Warning: Table './Sql157675_1/cache_page' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_page WHERE cid = 'http://www.mutechlab.it/en/blog/feed' in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc on line 172

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/bootstrap.inc on line 531

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/bootstrap.inc on line 532

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/bootstrap.inc on line 533

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/bootstrap.inc on line 534

Warning: INSERT command denied to user 'Sql157675'@'62.149.143.56' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '<em>Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172)</em> in <em>/web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/common.inc</em> on line <em>141</em>.', 2, '', 'http://www.mutechlab.it/en/blog/feed', '', '74.125.76.98', 1474864639) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc on line 172

Warning: INSERT command denied to user 'Sql157675'@'62.149.143.56' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '<em>Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172)</em> in <em>/web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/common.inc</em> on line <em>141</em>.', 2, '', 'http://www.mutechlab.it/en/blog/feed', '', '74.125.76.98', 1474864639) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc on line 172
MutechLab blogs http://www.mutechlab.it/en/blog en Berlin Atonal 24-28.08.16 Kraftwerk Berlin http://www.mutechlab.it/en/Berlin-Atonal-24-28Kraftwerk-Berlin <p><a href="/en/Berlin-Atonal-24-28Kraftwerk-Berlin" title="Berlin Atonal 24-28.08.16 Kraftwerk Berlin"></p> <p> <img src="/files/u1/atonal.jpg" height="165" width="665" title="atonal 2016" alt="atonal 2016" /> </p> <p></a></p> <p> Fissate le date per l'edizione 2016 di Atonal, dal 24 al 28 agosto per il terzo anno consecutivo nell'ex centrale elettrica Kraftwerk Berlin.  </p> <p> La prima edizione del festival si tenne nel 1982 presso il SO36 a Kreuzberg, in quell’edizione si esibirono anche gli Einstürzende Neubauten. </p> <p><iframe src="https://www.youtube.com/embed/5yrfmoyEU2M" width="560" height="315" frameborder="0"></iframe></p> <div> </div> <div> More info: </div> <div> <a href="http://www.berlin-atonal.com/atonal-2016/" title="http://www.berlin-atonal.com/atonal-2016/">http://www.berlin-atonal.com/atonal-2016/</a> </div> <div> </div> <div> </div> http://www.mutechlab.it/en/Berlin-Atonal-24-28Kraftwerk-Berlin#comments berlin festival Mon, 07 Mar 2016 14:28:58 +0100 Giuseppe Guariniello 542 at http://www.mutechlab.it L'incoronazione di Poppea - Robert Wilson alla Scala di Milano http://www.mutechlab.it/en/incoronazione-di-Poppea-Robert-Wilson-alla-Scala-di-Milano <p><a href="/en/incoronazione-di-Poppea-Robert-Wilson-alla-Scala-di-Milano" title="L'incoronazione di Poppea - Robert Wilson alla Scala di Milano"><img src="/files/u1/wilson-poppea.jpg" style="font-size: 0.8em; line-height: 1.6em" height="165" width="665" title="wilson poppea" alt="wilson poppea" /></a></p> <p> Con Poppea, Robert Wilson ha concluso una trilogia di opere di Monteverdi, che consiste di Orfeo (2009) e Il ritorno di Ulisse alla sua Patria (2011), che sono stati tutti coproduzioni del Teatro alla Scala di Milano e con l'Opera Nazionale di Parigi. </p> <p class="p2"> &nbsp; </p> <p class="p1"> “Né Fortuna né Virtù possono contendere con Amore che, con un semplice gesto della mano è in grado di trasformare il mondo: questo è il messaggio veicolato da L'Incoronazione di Poppea, l'ultimo capolavoro di Monteverdi.  </p> <p class="p1"> Trentacinque anni erano passati da quando il suo Orfeo, che aveva aperto l'era del 'Favola in musica.'  </p> <p class="p2"> &nbsp; </p> <p class="p1"> Nella città dei Dogi, lacerato dal vice negli occhi di Roma, il compositore scrisse la sua opera sul desiderio e seduzione in cui la bellezza di Poppea ha stregato Nero e provoca la morte di Seneca, la messa al bando di Othon e il ripudio di Ottavia. Uno per uno, i pilastri della moralità si sbriciolano prima di poter legare con nessuno dei personaggi, lasciandoci con la musica squisitamente deliziosa. Nel crepuscolo della sua vita, Monteverdi ci invita in un mondo sensoriale in cui 'la voce diventa un bacio prima di trasformarsi in una profonda espressione.” (Starobinski)  </p> <p class="p2"> &nbsp; </p> <p class="p2"> &nbsp; </p> <p class="p1"> Opera di Claudio Monteverdi, su libretto di Giovanni Francesco Busenello </p> <p class="p1"> La prima volta il 14 giugno 2014 al Palais Garnier dell'Opera Nazionale, Parigi, Francia </p> <p class="p1"> Ha debuttato il 1° febbraio 2015 al Teatro alla Scala, Milano, Italia </p> <p class="p1"> Cantato in italiano. </p> <p class="p1"> Photograph © Andrea Messana   </p> <p class="p2"> &nbsp; </p> <p class="p1"> 22-24-27-29 Settembre e 1 Ottobre 2016 </p> <p class="p3"> Teatro alla Scala </p> <p class="p3"> Via Filodrammatici, 2 </p> <p class="p3"> Milano - 20121 Italy </p> <p class="p4"> &nbsp; </p> <p class="p3"> More info: </p> <p class="p3"> <a href="http://www.robertwilson.com/">http://www.robertwilson.com/</a> </p> <p class="p3"> <a href="http://www.teatroallascala.org/">http://www.teatroallascala.org</a> </p> <p class="p3"> &nbsp; </p> <p class="p3"> &nbsp; </p> <p class="p3"> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/incoronazione-di-Poppea-Robert-Wilson-alla-Scala-di-Milano#comments italia light design opera performing arts Robert Wilson stage design Teatro alla Scala Mon, 07 Mar 2016 13:10:19 +0100 Giuseppe Guariniello 541 at http://www.mutechlab.it roBOt Festival presenta la sezione A/V http://www.mutechlab.it/en/roBOt-Festival-presenta-la-sezione-AV <p><a href="/en/roBOt-Festival-presenta-la-sezione-AV"><img src="/files/u1/robot8.jpg" alt="Saluti da #C2C15!" title="Saluti da #C2C15!" height="165" width="665" /></a><br />  <br /> La sezione A/V di roBOt Festival,  dedicata alle Arti Visive, storicamente suddivisa in due
macro aree ­ curatorial e call4roBOt ­ annuncia i 6 progetti curatoriali, scelti e
commissionati direttamente dal festival, che vanno ad integrare il programma di 2 1 progetti
call4roBOt (19 selezionati attraverso il bando internazionale call4roBOt e i 2 vincitori
dell’edizione argentina), annunciati prima dell’estate.</p> <p>Tra i sei progetti curatoriali individuati da roBOt Festival nel segno di # XLR8, tema guida di
questa edizione, si segnala l’anteprima assoluta del live audio/video dove il suono spigoloso
e raffinato di M orkebla incontra i visual di Sara Scenderbech: incubatrici, acquari, trapani
odontoiatrici danzano in una voragine di vertiginose profondità producendo paesaggi alieni,
sospesi tra artificiale ed organico.<!--break--></p> <p>In programma Ljós,  la più recente avventura firmata Fuse*,  uno dei collettivi più esaltanti ed
affilati nell'esplorare in tutta la loro vastità i territori del multimediale, che questa volta indaga
la disciplina più vicina alla performance con la danzatrice Elena Annovi.</p> <p>Con il progetto Toa Mata Band,  roBOt Festival ospiterà la prima “band robotica Lego” al
mondo dove ad essere protagonisti saranno proprio gli ometti di plastica che hanno
contrassegnato l'infanzia di diverse generazioni. È da loro che Giuseppe Acito è partito per
costruire quel piccolo prodigio che è la T oa Mata Band:  un sistema di motori, pulegge,
elastici e un MIDI sequencer, il tutto sotto il controllo di un processore Arduino.</p> <p>One Church One Column  di Luca Pozzi  è un lavoro installativo che rappresenta la
capacità di un attore di assorbire a distanza l'informazione circostante. Spazio, tempo, luce e
memoria storica si comprimono nel micro­spazio di un oggetto fluttuante, arrivando a
costituire un database da un lato a forma di “cloud” ma in realtà assolutamente analogico.
Le incursioni a sorpresa della DEEP ORCHESTRA –  un progetto nato da una costola di Go
Deep, workshop ideato dai Motus in collaborazione con Andreco ­ si basano su attacchi
sonori a sorpresa, realizzati grazie a strumenti ­ a zaino ­ autocostruiti, facilmente
traportabili, pronti per essere sfoderati in un gioco che diventa una vera e propria
“quadrifonia centrifuga”, col suono che avvolge e spiazza.</p> <p>E poi Bora,  un piccolo gioiello che è stato già annunciato, del ravennate Yuri Ancarani  che in occasione di roBOt Festival lavorerà in sinergia con l’inglese S amuel Kerridge,  uno dei
talenti più affilati degli ultimi anni nei terreni apocalittici dove la musica digitale si fa impatto,
rumore, potenza, avventura.</p> <p>Parallelamente ai progetti curatoriali, la sezione A/V contempla inoltre 21 progetti (19
selezionati e 2 vincitori dell’edizione argentina) individuati attraverso il bando internazionale
call4roBOt: un percorso interattivo e immersivo tra p erformance, installazioni e video c he
si snoderà tra Palazzo Re Enzo e diverse location del centro storico. Dalla performance
della taiwanese Yen Tzu Chang, per la prima volta in Italia a quella di Carrie Elston
Tunick, v incitrice del primo premio alla New York Art Marathon del 2011 (ha raggiunto
anche il prestigioso festival austriaco Ars Electronica). Tra le anteprime: la performance 
firmata da Junkfood 4tet e Carlotta Piccinini e il nuovo video di Boris Labbé (già vincitore
del premio call4roBOt 2013). E poi ancora Francesca Fini, autrice e produttrice digitale, che
conta esperienze e premi in tutto il mondo (Polonia, Brasile, Francia, Germania, Stati Uniti)
oppure il collettivo IOCOSE, le cui opere sono finite alla Biennale di Venezia, alla Tate
Modern londinese, al berlinese Transmediale così come su media come Wired, Flash Art,
Liberatiòn, Der Spiegel, El Pais.</p> <p>Forte, anche in questa edizione, la componente musicale, presente a call4roBOt con i
progetti firmati da M ogano W e Fax, Junkfood, Perletta e Jobin, Francesco Gagliardi e 
Rocco Natale, i l duo How to cure our soul, musicisti che hanno scelto di implementare i
loro ultimi show con componenti artistiche visive e interattive.</p> <p>roBOt ­ Digital Paths into Music and Art­ è un festival internazionale dedicato alla musica
elettronica e alle arti digitali che si svolge ogni autunno a Bologna, in Italia. Giunge
quest’anno alla sua ottava edizione, dimostrando nel corso degli anni una vitalità e una
crescita continua che lo ha consacrato tra gli eventi più importanti del suo genere a livello
internazionale. In questa ottica, roBOt sta creando una rete fra le realtà estere per
condividere le esperienze con i partner stranieri: non solo performance musicali, ma anche
proiezioni, workshop e produttori di media e arti digitali a 360 gradi. Dal 2014 roBOt ha
avviato una collaborazione con Buenos Aires, città innovatrice che rappresenta il polo
artistico più attivo del Sud America.</p> <p> <b><br /> Info<br /> </b><br /> <br /> 20 settembre 2015: preview al Teatro Comunale di Bologna<br /> <br /> 7 ­ 10 ottobre 2015: Palazzo Re Enzo e Fiera di Bologna</p> <p>Info tickets
<br /> <br /> early bird Regular Pass 85€ + d.p.
<br /> <br /> early bird N ight Pass 59€ + d.p.
<br /> <br /> early bird P ass Pro 115€ + d.p.<br /> <br /> Disponibilità limitata, promozione valida fino al 5 ottobre: <a href="http://bit.ly/roBOt08_tickets" title="http://bit.ly/roBOt08_tickets">http://bit.ly/roBOt08_tickets</a></p> <p>roBOt Festival è  un progetto di Shape prodotto in partnership con BolognaFiere, realizzato
con il patrocinio e il sostegno di Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna e Bologna
Unesco City of Music. Con il sostegno di Fondazione Teatro Comunale di Bologna e
Fondazione del Monte.</p> <p>Content partner:  Red Bull Music Academy.
Partner:  Jägermeister.
Media Partner: Resident Advisor, Xlr8r, Trax, Vicious Magazine, MTV Adria, SoundWall,
 Edizioni Zero, Sentireascoltare, M2O e Radio Città del Capo.<span style="font-size: 0.8em; line-height: 1.6em"> </span></p> <p>Music partner:  Spotify, Musixmatch</p> <p>More: <a href="http://www.robotfestival.it" title="http://www.robotfestival.it">http://www.robotfestival.it</a><br /> </p> http://www.mutechlab.it/en/roBOt-Festival-presenta-la-sezione-AV#comments audio-video bologna festival italia robot Tue, 22 Sep 2015 14:58:47 +0200 Giuseppe Guariniello 540 at http://www.mutechlab.it Saluti da #C2C15! http://www.mutechlab.it/en/Saluti+da+C2C15 <p> <a href="/en/Saluti+da+C2C15"><img src="/files/u1/ctc2015.jpg" width="665" height="165" title="Saluti da #C2C15!" alt="Saluti da #C2C15!" /></a></p> <p>Annunciati proprio in questi giorni nuovi nomi , e la line up del #C2C15 è sicuramente una delle più incredibili delle ultime edizioni.<br /> Se da sempre lo abbiamo considerato forse l’unico festival italiano che si affaccia all’Europa e oltre, l’unico festival italiano di fama e impronta internazionale, calato nella contemporaneità ma sempre di gran lunga “avanti”, quest’anno Club To Club saluta davvero tutti e celebra il suo XV anniversario con un’edizione che si preannuncia incredibile.<br /> A Torino dal 4 all’8 novembre, durante la Contemporary Week: cinque giorni e live di alcuni degli artisti più acclamati e visionari al mondo, che si snoderanno all’interno di location uniche , dal Salone dei Concerti del Conservatorio, Teatro Carignano, dai padiglioni post-industriali del Lingotto Fiere al quartiere di San Salvario.<br /> Novità assoluta è la presenza di THOM YORKE con il suo progetto TOMORROW'S MODERN BOXES, seconda release a sei anni dal suo debutto solista (&quot;The eraser&quot;). Un disco vibrante, caldo e profondo che dal vivo ci regalerà non poche emozioni. <br /> Questa sera iniziano i festeggiamenti con una preview torinese alla Fondazione Sandretto e performance di Danny L Harle (Pc Music), Vaghe Stelle, Club To Club Soundsystem Giorgio Valletta.<br /> Ecco la line up completa ( Ad oggi). Già soldout il Passport, abbonamento che dà accesso a tutti gli eventi.<!--break--> </p> <p> &nbsp; </p> <p> THOM YORKE – TOMORROW’S MODERN BOXES Italian exclusive
 </p> <p> BATTLES live – Italian exclusive </p> <p> FOUR TET live – Italian exclusive </p> <p> JAMIE XX – Italian exclusive
 </p> <p> JEFF MILLS </p> <p> NICOLAS JAAR dj
 </p> <p> ONEOHTRIX POINT NEVER live – Italian exclusive
 </p> <p> TODD TERJE live </p> <p> APPARAT Soundtracks live at Conservatorio
 </p> <p> FLOATING POINTS live at Teatro Carignano – Italian debut exclusive </p> <p> ANDY STOTT live
 </p> <p> ANTHONY NAPLES </p> <p> CARTER TUTTI VOID live – Italian debut exclusive
 </p> <p> DEKMANTEL SOUNDSYSTEM
 </p> <p> FURTHERSET live
 </p> <p> GANG OF DUCKS SOUNDSYSTEM </p> <p> HOLLY HERNDON live </p> <p> JACK GARRATT live
 </p> <p> KODE9 </p> <p> KUEDO </p> <p> LA PRIEST live – Italian debut exclusive </p> <p> LOTIC – Italian exclusive
 </p> <p> MUMDANCE + NOVELIST FT. THE SQUARE – Italian debut exclusive </p> <p> NIGGA FOX
 </p> <p> NINOS DU BRASIL live </p> <p> NOT WAVING live
 </p> <p> OMAR SOULEYMAN live </p> <p> POWELL live </p> <p> PRURIENT live
 </p> <p> RABIT live
 </p> <p> SHACKLETON live </p> <p> SOPHIE + QT – Italian debut exclusive </p> <p> SOUNDWALK COLLECTIVE live
 </p> <p> TALA live – Italian debut exclusive
 </p> <p> THE SPRAWL (MUMDANCE + LOGOS + SHAPEDNOISE) live – Italian debut exclusive
 </p> <p> VAGHE STELLE </p> <p> to be continued </p> <p> &nbsp; </p> <p> <a href="http://clubtoclub.it/2015-it/" title="http://clubtoclub.it/2015-it/">http://clubtoclub.it/2015-it/</a> </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/Saluti+da+C2C15#comments 2015 C2C15 club to club festival italia musica elettronica torino Thu, 10 Sep 2015 16:23:32 +0200 Sara Ferraiolo 539 at http://www.mutechlab.it Ryoji Ikeda – Supercodex http://www.mutechlab.it/en/Ryoji+Ikeda+%E2%80%93+Supercodex <p> <a href="/en/Ryoji+Ikeda+%E2%80%93+Supercodex"><img src="/files/u1/ikera-superc.jpg" alt="Ryoji Ikeda – Supercodex" title="Ryoji Ikeda – Supercodex" height="165" width="665" /></a> </p> <p> A Torino, nell’ambito del TOdays Festival, Rijoy Ikeda presenta Supercodex, progetto che completa la trilogia iniziata con Dataplex nel 2005, proseguita poi con Test Pattern.<br /> Ad ospitarlo la meravigliosa cornice del Museo Ettore Fico, ex SICME ( Società Industriale Costruzioni Meccaniche ed Elettriche) attualmente al centro di un vasto programma di riqualificazione di un’area industriale dismessa.<br /> Il centro della trilogia di Ikeda ( Dataplex – Test Pattern – Supercodex ) è il modo in cui l’artista tratta i dati informatici e li connette al suono in una continua sperimentazione sul legame tra dati matematici , codici e suono. Composizione sonora nel primo progetto, puro concept in Test Pattern ( sono proprio i dati a generare suoni e immagini), in Supercodex una rappresentazione ancora più scarna e minimalista: frammenti di suoni e luci, scomposizione. Matematica pura.<br /> Dal punto di vista formale:  bassi che fanno vibrare la pelle, un cuore pulsante nello stomaco, e distorsioni, separazioni nette tra i suoni, nessun virtuosismo.  Pause, silenzi, e poi rumore. <br /> Lui al centro dell’immagine, investito dalla luce e dal suono.<br /> Anche il mezzo visivo appare infatti sempre più minimalista: luci stroboscopiche, alternanza di bianco e nero. Nessuna ombra.<!--break--></p> <p>L’arte di Ryoji Ikeda continua oggi ad influenzare l’elettronica contemporanea. Ne detta le regole e gli algoritmi. <br /> Ed è nelle sue performance dal vivo che tutto questo acquista un senso. I pattern sonori e le immagini diventano un flusso unico, forma e sostanza si uniscono, calcolo aritmetico, codici e emozioni, ed esplodono in una dimensione fortemente sensoriale, e realmente tangibile. E ti trovi immerso dentro la performance, ipnotizzato e scosso. </p> <p> &nbsp; </p> <p> <iframe src="https://player.vimeo.com/video/87097294" frameborder="0" height="281" width="500"></iframe> </p> http://www.mutechlab.it/en/Ryoji+Ikeda+%E2%80%93+Supercodex#comments Ryoji Ikeda Supercodex Tue, 01 Sep 2015 16:17:37 +0200 Sara Ferraiolo 538 at http://www.mutechlab.it LPM 2015 Rome, 18-31 Maggio http://www.mutechlab.it/en/lpm-2015 <p><a href="/en/lpm-2015" title="LPM 2015 Rome, 18-31 Maggio"><img src="/files/u1/lpm2015.jpg" alt="lpm 2015" title="lpm 2015" height="165" width="665" /></a></p> <p> LPM è un meeting internazionale di artisti, esperti ed appassionati di veejaying, visual e live video performance, giunto alla XVI edizione. L’obiettivo di LPM è promuovere e diffondere la libera circolazione di idee, conoscenze, tecniche e linguaggio legati al LIVE VIDEO, protagonista indiscusso del Meeting, attraverso una programmazione spettacolare, innovativa e coinvolgente.<br /> LPM 2015 Rome ospita più di 400 artisti provenienti da Italia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Turchia, Svizzera, Francia, Argentina, Stati Uniti, Spagna, Australia, Ungheria, Repubblica Ceca, Lettonia, Slovenia, Paesi Bassi, Austria, Serbia, Belgio, Romania, Polonia, Grecia, Ucraina, Bulgaria , Jugoslavia, Giappone, Uruguay, Irlanda, Hong Kong, Filippine, Bolivia, Messico, Estonia, Brasile, Cina, Corea del Sud, Vietnam, Israele, Finlandia, India, Taiwan, Danimarca, Senegal, Canada, Svezia, Bielorussia che presentano 232 attività tra performance, workshop e showcase. http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/artists/<!--break--> </p> <p> <br /> <b>Palazzo Chigi – Formello</b><br /> <a href="http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/program/av-residency-18-24/" title="http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/program/av-residency-18-24/">http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/program/av-residency-18-24/</a><br /> La sedicesima edizione di LPM Live Performers Meeting inizia il 18 Maggio 2015 a Formello con una residenza artistica che mira ad investigare sull'utilizzo dei led e delle tecnologie a basso impatto ambientale per ridisegnare e valorizzare in maniera artistica il design urbano. Durante la residenza, verranno analizzati i vantaggi economici e le potenzialità creative dei led nell'illuminazione pubblica al fine di limitare il consumo energetico e proporre nuove modalità artistiche per migliorare l'impatto architettonico del centro storico di Formello con le luminarie.<br /> Oltre ai momenti di confronto e ricerca, al termine della residenza domenica 24 Maggio dalle 21.00 verranno realizzate 2 performance Audio/Video nel Chiostro di Palazzo Chigi ed un Video Mapping sulla chiesa di San Lorenzo a cura degli studenti del corso di Studio Aira tenutosi a Gennaio 2015 presso la Rufa - Rome University of Fine Arts, il cui scopo sarà di animare e valorizzare il centro storico di Formello. </p> <p> <br /> <b>Nuovo Cinema Aquila – Roma</b><br /> <a href="http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/program/" title="http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/program/">http://liveperformersmeeting.net/2015-rome/program/</a><br /> Dal 28 al 31 Maggio, come per l’edizione del 2011, LPM torna al Nuovo Cinema Aquila di Roma, per 4 giorni dedicati alla comunità internazionale di live video performer cresciuta intorno al Meeting. Il programma prevede sia attività didattiche che momenti di confronto, oltre a centinaia di esibizioni dal vivo di artisti internazionali. Il programma definitivo verrà presentato alla chiusura della call, a partire dal 1 Maggio 2015. </p> <p> <br /> <b>Programma Giornaliero</b><br /> 15:00-21:00 Workshop<br /> 15:00-16:00 Lecture e conferenze<br /> 16:00-18:00 Presentazione di progetti e prodotti 18:00-4:00 Performance AV e VJ/Dj Set </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> <a href="http://liveperformersmeeting.net/" title="http://liveperformersmeeting.net/">http://liveperformersmeeting.net/</a> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/lpm-2015#comments Lpm LPM 2015 Tue, 26 May 2015 20:04:27 +0200 Giuseppe Guariniello 534 at http://www.mutechlab.it Sonar 2015, forme eterogenee di creatività e suono si incontarno a Barcellona http://www.mutechlab.it/en/sonar-2015 <p><a href="/en/sonar-2015" title="Sonar 2015"><img src="/files/u1/sonar-2015.jpg" alt="sonar 2015" title="sonar 2015" height="165" width="665" /></a></p> <p> Quando si leggono i nomi della lineup del Sonar si ci rende conto di quanto sia varia e intensa la scena musicale contemporanea, è anche vero che chi si occupa della scelta degli artisti che saranno presenti ad uno dei festival più importanti del mondo è capace di creare un mix sapiente ed eterogeneo capace di continuare ad attrarre di anno in anno sempre più persone. All'edizione 2015 del Sonar saranno presenti mostri sacri dell'elettronica come i The Chemical Brothers, grandi glorie del passato come i Duran Duran, nuovi geni come Arca con i visuals del suo amico Jesse Kanda e FKA twigs, ma anche un'eclettica schiera di nomi che costituiscono molte dei punti di riferimento delle diverse scene che danno luogo al presente della musica come Hot Chip, Autechre, Mika Vainio, Scuba, Laurent Garnier, Squarepusher e ancora molti altri. Completano lo scenario molti altri nuovi artisti e accoppiate inedite che sono curioso di vedere dal vivo:  J.E.T.S. (Jimmy Edgar and Machinedrum), Holly Herndon, Atom™ + Robin Fox, Mumdance &amp; Novelist. </p> <p> Ma è inutile cercare di fare sintesi in una lineup come quella del Sonar, dove ognuno può creare il proprio festival personale e tornare a casa con il sorriso, date uno sguardo: <br /> </p> <p> The Chemical Brothers (UK), Skrillex (US), Duran Duran (UK), Die Antwoord (ZA), FKA twigs (UK), A$AP Rocky (US), Flying Lotus (US), Róisín Murphy (UK), Jamie xx (US), Arca &amp; Jesse Kanda (VE-UK), Hot Chip (UK), Autechre (UK), Siriusmodeselektor (DE), Fat Freddy's Drop (NZ), Kindness (UK), Laurent Garnier (FR), Dubfire:live Hybrid (US), Totally Enormous Extinct Dinosaurs (UK), Maya Jane Coles (UK), PXXR GVNG(ES), Evian Christ (UK), Annie Mac (UK), Cashmere Cat (NO), Skepta, Floating Points, Francesco Tristano, Lorenzo Senni (IT), J.E.T.S. (Jimmy Edgar and Machinedrum), Rone, KTL (AT-US), Daniel Avery (UK), Ten Walls (LT), Henrik Schwarz (DE), The 2 Bears (UK), Sophie (UK), Roman Flügel (DE), Special Request (UK), LCC (ES), Holly Herndon (US), The Bug (UK), Ralph Lawson (UK), Dorian Concept (AT), Kiasmos (IS), Kate Tempest (UK), Young Lean &amp; Sad Boys (SE), Vessel (UK), Badbadnotgood (CA), Tourist (UK), Russell Haswell (UK), Meneo (ES), Redinho (UK), Desert djs (ES), Mika Vainio (FI), Lee Gamble (UK), Helena Hauff (DE) <a href="/en/sonar-2015" title="Sonar 2015">CONTINUA &gt;&gt;</a><!--break--></p> <p>Voices From The Lake (IT), Niño (ES), Randomer (UK), Powell (UK), Klara Lewis (UK), Headbirds (ES), STA (ES), Mans O (ES), Squarepusher, Seth Troxler, Scuba, RL Grime, Mumdance &amp; Novelist, Bomba Estereo, Tiga (live), Double Vision, Atom™ + Robin Fox, Koreless, Emmanuel Biard, The Well, Joanie Lemercier, James Ginzburg, Nick Hook, DJ Raff, Southern Hospitality, Pional, Skygaze, Davic Nod, EVOL, Pedro Vian, Innercut, Downites, Collective+0, Blastto, Angel Molina, Baldo, Cascales, Will Blake, Render b2b Veski, Uroz, Carreno Is LB, Just Blaze, Nazoranai, Keiji Haino, Stephen O'Malley, Oren Ambarchi, Lost Twin, Teengirl Fantasy, Christian Kroupa, Olefonkem, Ah! Kosmos, Wif... </p> <p> &nbsp; </p> <p> More info: <a href="http://sonar.es/en/2015/" title="http://sonar.es/en/2015/">http://sonar.es/en/2015/</a> </p> <p> Tikets: <a href="http://sonar.es/en/pg/tickets" title="http://sonar.es/en/pg/tickets">http://sonar.es/en/pg/tickets</a> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p><iframe src="https://player.vimeo.com/video/120461939" frameborder="0" height="374" width="665"></iframe> </p> <p> <a href="https://vimeo.com/120461939">Lineup Sónar Barcelona 2015</a> from <a href="https://vimeo.com/sonar">Sónar</a> on <a href="https://vimeo.com">Vimeo</a>. </p> http://www.mutechlab.it/en/sonar-2015#comments festival sonar sonar 2015 spagna Sat, 09 May 2015 11:52:35 +0200 Giuseppe Guariniello 536 at http://www.mutechlab.it WIRED NEXT FEST 2015 - Futuro, innovazione e creatività in festa http://www.mutechlab.it/en/WIRED-NEXT-FEST-2015 <p><a href="/en/WIRED-NEXT-FEST-2015" title="WIRED NEXT FEST 2015 - Futuro, innovazione e creatività in festa"><img src="/files/u1/wnf.jpg" alt="wnf 2015" title="wnf 2015" height="165" width="665" /></a></p> <p> Milano, 21-22-23-24 maggio 2015. Giardini Indro Montanelli, Corso Venezia 55. Un’esperienza aperta a tutti per celebrare l’innovazione, la tecnologia e l’eccellenza come elementi chiave per la crescita economica, culturale e sociale del Paese.<span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'"> Wired Next Fest - che nella seconda edizione del 2014 ha fatto registrare oltre 87mila presenze - rinnova<br /> per il terzo anno consecutivo la collaborazione tra </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">Wired, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">il brand Condé Nast che conta oltre 4.2 milioni di<br /> utenti unici sul sito Wired.it, e il Comune di Milano - Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Politiche per<br /> il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca.<br /> </span> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">L’appuntamento </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">si tiene da giovedì 21, con il concerto </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">d’apertura, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">a domenica 24 maggio ai giardini Indro<br /> Montanelli di Milano, all'insegna del concetto di </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,BoldItalic'">Ipercubo, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">con le sue tre dimensioni tradizionali che<br /> rappresentano </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">le parole chiave dell’edizione: </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">retta, altezza e profondità. Questi gli assi lungo i quali<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">verranno raccontati l’economia, la scienza, la tecnologia, il digitale, la politica, la società, l’intrattenimento,<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">le arti performative, la diversità, la leggerezza, le forze e i contrasti che hanno già cambiato il nostro tempo<br /> più radicalmente di quanto noi si sia consapevoli.<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Grazie alla partecipazione di esperti di rilievo nazionale e internazionale e all’utilizzo di molteplici linguaggi,<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Milano si trasforma per un fine settimana nel luna park della scienza e della tecnologia, il vero Fuori-Expo<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">dell’Innovazione: </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">oltre 120 relatori, performance, laboratori, droni, workshop per tutte le età che si<br /> divideranno tra il parco, il Planetario e il Museo Civico di Storia Naturale.<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">La quarta dimensione del Fest è il tempo, attraverso il quale si snoderanno sei fine settimana tematici<br /> successivi nei quali, tra giugno e ottobre, saranno protagonisti Salute, Benessere, Sostenibilità, Design,<br /> Video, Musica, Scienza, Biotech, Intelligenza artificiale, Istruzione, Lavoro e Piccole imprese innovative. A<br /> concludere la stagione sarà il 30 e il 31 ottobre il Wired Next Fest Light Festival: un </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">omaggio all’anno<br /> internazionale della Luce, dalla scienza all’arte, che vestirà la città con il 3D mapping e il light design.<!--break--><br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Wired Next Fest 2015, concepito e diretto da Massimo Russo - direttore della testata che ha innovazione e<br /> tecnologia nel proprio Dna - è prodotto in collaborazione con </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,BoldItalic'">Codice.Idee per la cultura, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">factory di<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">progettazione culturale d’eccellenza, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">con il patrocinio del </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">Comune di Milano </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">ed è inserito nel calendario di<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,BoldItalic'">ExpoinCittà. </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Coniuga eccellenza di contenuti, coinvolgimento di un ampio pubblico e divulgazione, con<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">l’intento di regalare alla città giornate all’insegna dell’esplorazione di tutto ciò che è innovativo. Esperienze<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">riservate non solo agli appassionati di nuove tecnologie ma anche a tutti i curiosi.<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Il format si basa su tre elementi: dire, fare, baciare. Per il </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">“dire” </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">ci saranno talk, panel, master classes,<br /> keynote lectures, interviste. Per il </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">“fare” </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">laboratori, workshop, occasioni per sperimentare quanto ascoltato.<br /> Infine emozione e intrattenimento </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">per il “baciare”, con concerti e spettacoli. </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Un Festival aperto a tutti dai 5<br /> ai 95 anni, dagli </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">eventi riservati agli specialisti, fino all’occasione per famiglie e bambini di trascorrere una<br /> giornata al luna park dell’innovazione.<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">«Non </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">serve essere impallinati di tecnologia per venire al Wired Next Fest», </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">spiega </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">Massimo Russo, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">«basta<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">avere la voglia di stupirsi, di divertirsi, e la curiosità di capire come è già cambiato il nostro tempo. Vi<br /> aspettiamo, lo faremo insieme».<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">«L’innovazione </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">è ricerca, conoscenza, speranza e futuro. Non appartiene ad alcuna categoria del sapere,<br /> non può essere recintata in questo o in quell’altro settore della conoscenza. E’ puro slancio verso nuove<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">possibilità </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">che interessano la scienza, l’arte, la cultura, che danno nuove speranze alla medicina, al lavoro,<br /> alla creatività e all’espressione individuale e sociale», </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">dichiara l’assessore </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">alla Cultura Filippo Del Corno.<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">«Per </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">questo Wired Next Fest occupa un posto fondamentale e invade pacificamente gli spazi splendidi e<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">centralissimi dei Giardini Montanelli, con l’obiettivo di coinvolgere non solo gli studiosi, ma tutti i cittadini sui<br /> temi più interessanti e attuali dell’agenda digitale italiana e internazionale».<br /> </span> </p> <div class="column"> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">«Una </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">manifestazione che si conferma come un importante momento di incontro sulla tecnologia e la ricerca,<br /> per tutta la città. Grazie ad un format coinvolgente e accessibile a tutti questo evento è particolarmente<br /> apprezzato dai giovani. Anche i più giovani che , anno dopo anno, hanno dimostrato un interesse crescente<br /> per questi temi, soprattutto nel momento in cui innovazione, scienza e ricerca entrano sempre più a far<br /> parte della loro vita ma anche del loro lavoro», </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">così </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">commenta l’iniziativa l’Assessore </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">alle Politiche per il<br /> Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">che prosegue: «Competenze </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">digitali<br /> e occupazione sono sempre più collegati; il lavoro oggi è sempre più legato alle potenzialità offerte dal web<br /> e alle frontiere aperte dalle nuove tecnologie. Wired Next Fest si propone come un' importante vetrina<br /> internazionale dove il grande pubblico, dagli esperti ai semplici appassionati, può toccare con mano i<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">traguardi raggiunti dall’ innovazione, con uno sguardo </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Italic'">alle opportunità che questa può offrire oggi e,<br /> soprattutto, nel futuro.»</p> <p></span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; background-color: #ffffff; font-family: 'Verdana,Bold'">LE ATTIVITÀ DEL WIRED NEXT FEST<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Questa terza edizione Wired Next Fest vede protagoniste conferenze, workshop, speech, eventi speciali,<br /> exhibit artistici con oltre </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">120 ospiti </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">e </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">3 grandi concerti serali, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">tutto rigorosamente ad ingresso gratuito.<br /> </span> </p> <p> <span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">Ad aprire il Fest </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">giovedì 21 maggio </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">a partire dalle ore 21, sullo Stage situato nel parco, sarà il dj set di<br /> </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">Elisa Bee, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">in apertura dello show esclusivo di </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana,Bold'">Sir Bob Cornelius Rifo djset (The Bloody Beetroots) Vs<br /> Salmo, </span><span style="font-size: 9pt; font-family: 'Verdana'">una performance studiata appositamente per il Wired Next Fest.<br /> </span> </p> <p> &nbsp; </p> <p> <a href="http://nextfest2015.wired.it/programma/" title="http://nextfest2015.wired.it/programma/">http://nextfest2015.wired.it/programma/</a> </p> </div> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/WIRED-NEXT-FEST-2015#comments festival italia milano tecnologia WIRED NEXT FEST 2015 wnf Mon, 20 Apr 2015 20:20:35 +0200 Giuseppe Guariniello 535 at http://www.mutechlab.it Mutek Festival - Barcellona 2015 http://www.mutechlab.it/en/Mutek-Festival-Barcellona-2015 <p><a href="/en/Mutek-Festival-Barcellona-2015" title="Mutek Festival - Barcellona 2015"><img src="/files/u1/mutek_0.jpg" alt="mutek" title="mutek" style="font-size: 0.8em; line-height: 1.6em" height="165" width="665" /></a></p> <p> Al via la sesta edizione del Mutek Festival di Barcellona. <span style="line-height: 1.6em">Dopo l'ottima risposta di pubblico registrata dalle precedenti edizione il festival propone quest'anno un palinsesto ricco di artisti internazionali e non.<br /> Dal 4 al 7 Marzo in varie location della città  di Barcellona si alterneranno i live di artisti quali Der Panther (es), Magic Mountail High (de/nl), Nonotak (fr/jp), Pantha du Prince (de), Robert Henke (de), Talaboman (es/se) e Twin Drive (it/br), che stupiranno gli spettatori con immagini e sonorità  nuove.</span> </p> <p> <a href="http://www.mutek.org/en/spain/2015" style="line-height: 20.48px" target="_blank">http://www.mutek.org/en/spain/2015</a><!--break--> </p> http://www.mutechlab.it/en/Mutek-Festival-Barcellona-2015#comments 2015 audio-video Barcellona festival musica elettronica Mutek Sun, 01 Mar 2015 15:37:18 +0100 Giuseppe Guariniello 532 at http://www.mutechlab.it Sónar Copenhagen - 13 e 14 Marzo 2015 http://www.mutechlab.it/en/Sonar-Copenhagen-13-14-Marzo-2015 <p><a href="/en/Sonar-Copenhagen-13-14-Marzo-2015" title="Sónar Copenhagen - 13 e 14 Marzo 2015"><br /> <img src="/files/u1/sonar-copenaghen.jpg" title="sonar copenaghen" alt="sonar copenaghen" width="665" /><br /> </a></p> <p> Per i fanatici del Sónar ci sono due strade percorribili, la prima è aspettare il 18.19.20 giugno per la consueta gita a Barcellona, la seconda è andare a Copenhagen il 13 e 14 Marzo prossimi, ad attendervi troverete tra i tanti artisti: Metronomy, Jon Hopkins, Âme, Factory Floor, Daniel Avery, Kölsch, Mumdance &amp; Novelist, Bok Bok, Vessel e Zebra Katz. <a href="/en/Sonar-Copenhagen-13-14-Marzo-2015">Scopri gli altri artisti del Sónar Copenhagen &gt;&gt;</a> </p> <div> </div> <div> Friday 13th </div> <div> Metronomy, Jon Hopkins, Daniel Avery, Vessel, Bok Bok, Sinjin Hawke, Future 3, Barnt, Darkness Falls, Kenton Slash Demon, Egyptian Lover, Puce Mary, Djuna Barnes, Alo Wala, DJ Margeir, Sekuoia, Sau Poler, Bjarki, Courtesy, Smerz </div> <div> </div> <div> Saturday 14th </div> <div> Trentemøller (DJ SET), Âme Live, Factory Floor, Kölsch, Zebra Katz, Mumdance &amp; Novelist, Kiasmos, Jaakko Eino Kalevi, Randomer, Kwamie Liv, Kasper Bjørke &amp; Trevor Jackson, Brynjolfur, Taragana Pyjarama, T.O.M. And His Computer, Elijah &amp; Skilliam, AV AV AV, Baby Duka, Human Woman, October Dance </div> <p><!--break--></p> http://www.mutechlab.it/en/Sonar-Copenhagen-13-14-Marzo-2015#comments Copenhagen festival musica elettronica sonar sonar 2015 Fri, 20 Feb 2015 14:59:08 +0100 Giuseppe Guariniello 533 at http://www.mutechlab.it Club To Club 2014 - The Trojan Horse http://www.mutechlab.it/en/Club-To-Club-2014-The-Trojan-Horse <p> <a href="/en/Club-To-Club-2014-The-Trojan-Horse" title="Club To Club 2014 - The Trojan Horse "><img src="/files/u1/c2c2014_0.jpg" alt="c2c 2014" title="c2c 2014" height="165" width="665" /></a><br /> Alfa MiTo Club To Club giunge alla sua 14esima edizione e non si smentisce: cresce sempre di più, migliora, si arricchisce e arricchisce la città di Torino di suoni, stimoli, nuove visioni durante una settimana che già di per sé è intensa e ricca di eventi, la Contemporary Art Week.<br /> Il  Cavallo di troia, simbolo di questa edizione,  invade Torino per 5 giorni ( uno in più rispetto alle precedenti edizioni, con la serata di apertura del mercoledì), e ha l’obiettivo di influenzare ed educare il pubblico ad una nuova e innovativa fruizione della musica elettronica. <!--break--></p> <p>C2C è in Italia sicuramente il festival che più di tutti, fondendo la musica con l’arte e con le tendenze del contemporaneo, fa cultura di genere, anticipa nuovi trend e li porta fuori dal tessuto underground.<br /> Ed è bello perché unisce, perché diverte, perché ci si sente parte di un unico comune denominatore, parte di una comunità ed è questo che spinge ad esserci ogni anno, a documentarne le novità e paragonarlo con le edizioni passate.<br /> Notiamo che ogni anno il C2C aggiunga qualche elemento in più.<br /> Bella l’organizzazione dell Headquarter AC Hotel, l’ Absolut Symposium , con preview musicali, workshop, mixology e cocktail di qualità. Oppure Tanz Salvario, l’evento che ha coinvolto l’intero quartiere di San Salvario e i suoi locali per inaugurare Torino incontra Berlino 2015 , in un mix di dj set, proiezioni, eventi, e celebrare i 25 anni della caduta del Muro di Berlino e i sessanta anni di attività del Goethe-Institut in Italia.<br /> Un po’ di numeri di questa edizione “da record”:<br /> circa 40.000 partecipanti, 17 esclusive nazionali, 10 prime italiane, 1 première assoluta per oltre 100 ore di musica (rigorosamente live) con più di 50 artisti provenienti da 12 paesi da 4 continenti: Stati Uniti, Gran Bretagna, Canada, Kuwait, Australia, Germania, Norvegia, Francia, Spagna, Svezia, Italia, Libano.<br /> Ma passiamo in rassegna, day by day, quello che per noi è stato il C2C.</p> <p><b>Day 1</b>: Il mercoledì con Tom Krell aka How to Dress Well e Chet Faker: un inizio soft e romantico, ma dal forte impatto emotivo. Il primo si esibisce nel hq dell’Hotel AC, il secondo all Hiroshima.<br /> Il primo un po’ acerbo ma delicato nella sua esibizione post r’n’ b , con tanto di falsetti e motivetti melodici. <br /> Chet Faker un ragazzone australiano di soli 26 anni al suo primo disco e alla sua prima esperienza in Italia, con un set che ha fatto emozionare, ballare, ridere e commuovere. Una voce calda, esplosiva quanto i bassi di alcuni dei suoi pezzi cult, ha stregato il pubblico e lo ha tenuto ancorato a lui, a quel piano e a quei bassi. Un live coinvolgente, meravigliosa apertura. </p> <p> <b><br /> Day 2</b>: Lauren Halo e Kode 9 hanno presentato nella meravigliosa cornice del Teatro Carignano, una delle performance del tour organizzato per il decimo anniversario di  Hyperdub. Un live poco convincente, particolarmente lento e senza particolari intuizioni. <br /> Kode9 lo ritroveremo in chiusura di serata all’Hiroshima, come secret guest della serata, a concludere il secondo giorno di festival con i suoi bassoni  hip hop dubstep e techno 90’s.<br /> Il momento più alto della serata e forse uno dei più belli e toccanti di tutto il festival , la performance di Ben Frost e il batterista Gregory Fox. Live depressa e cupa, il basso di Frost che vibra nello stomaco fino in gola. <br /> Suoni ancestrali che vanno a toccare le corde più profonde dell’animo, guidando verso una sorta di trance estatico.  I ritmi scanditi dai colpi secchi e cadenzati di Fox , le melodie abissali. <br /> Un live che resterà sicuramente negli annali del festival come uno dei più emozionanti.<br /> <b><br /> Day 3</b>: Il festival si sposta al Lingotto dove in apertura di serata ci aspetta un emozionante live di Franco Battiato. L’evento, curato in collaborazione con Codalunga, l’etichetta discografica di Nico<br /> Vascellari , rappresenta quasi un ritorno alle origini sperimentali ed elettroniche del cantautore siciliano, una tappa eccezionale del suo tour di presentazione del nuovo progetto Joe Patti’s Experimental Group che infatti vedrà sul palco una formazione a tre composta da Battiato (sintetizzatore, tastiera e pianoforte), Pino “Pinaxa” Pischetola (live electronics)e Carlo Guaitoli (piano). Reinterpretazione di vecchi brani, improvvisazioni frutto della sua ricerca sonora più avanguardistica, insieme ad alcuni classici del suo repertorio in una chiave di lettura del tutto nuova: una grande novità per un festival di questo genere, che porta a riflettere davvero sulla contaminazione di generi,  epoche e culture rappresentate in uno stesso unico scenario.</p> <p>A seguire si alternano sul palco:<br /> Evian Christ (Joshua Leary), produttore dalla periferia di Liverpool, con i suoi beat di ispirazione hip-hop,  misti a suggestioni ambient, sprazzi drone-music, digressioni industrial; gli inglesi Jungle, al loro debutto italiano: un set divertente, tutto falsetti, dance – soul e funky. <br /> L’attesissimo Caribou, con il set di lancio del suo ultimo lavoro “Our Love”. Un set più calmo rispetto a quelli a cui l’australiano ci ha abituati nel tempo, più posato, forse senza grandi picchi di entusiasmo, ma comunque ben suonato, perfetto e senza nessuna nota stonata. In conclusione , tutte di un fiato le sue hit: “Can’t be without you”, “Odessa” e “Sun” hanno mandato in estasi i presenti.<br /> In sala rossa contemporaneamente si alternavano i Ninos du Brazil, progetto musicale di Vascellari per il secondo anno successivo ospiti del C2C, la rivelazione californiana Kelela e Fatima Al Quadiri ( che ritroveremo anche sabato in consolle nella formazione dei Future Brown) che ha portato il pubblico da una parte all’altra del mondo con i suoi ritmi tribali, urban music e influenze arabe. <br /> Ritornando nel main stage troviamo Pantha Du Prince , giovane producer di Amburgo. <br /> Il suo set è magnetico, pulsante. E’ allo stesso tempo acceso ,  “glitterato” e nero allo stesso tempo. E’ un’altalena di glitch, cristalli, umori e suoni, di labirinti elettronici in cui perdersi, battiti e pause, accelerate e frenate.<br /> Un piacere da ascoltare ( nonostante i volumi siano leggermente bassi) e  da ballare. <br /> La chiusura della serata è però affidata saggiamente al back to back di John Talabot e Alex Bohman , in arte Talaboman. Mentre nella Sala rossa suonano Andy Stott e Miles Whittaker ( Milli &amp; Andrea), il palco principale si trasforma in una vera e propria festa. Nonostante siano ormai le 6 di mattina, Talabot e Bohman mantengono alti i livelli di allegria degli ultimi superstiti, un set saltellante, percussioni e batterie sulle accelerazioni elettroniche. Sideral è gioia pura e il suo motivo conduttore resterà in loop in tersta per i giorni a seguire. Sorrisi e abbracci , dunque, per salurare il terzo giorno di C2C.</p> <p><b>Day 4</b>: il Gran Finale.<br /> In sala rossa apre Kele cantante e chitarrista dei Block Party. Voce r’n’ b, influenze pop, carino, niente di particolarmente impegnativo ma semplice da ascoltare, piacevole per un’inizio serata. Il Main Stage apre con Luke Vibert e a seguire il live di Clark, con un set audio video ipnotico. Grandi bassi e atmosfere cupe, post-house, techno- industrial. Ma anche batterie, synth mudulari, chitarre. Molto bello.<br /> A seguire i Future Brown, composti da Fatima al Qadiri, J-Cush e gli Nguzunguzu. <br /> Prince Rapid a fare da MC. Un’altra scoperta della Warp Records. Una crew multietnica, ricca di influenze, una fusione di grime, ritmi R&amp;B, e musica da club.  Hip hop nudo e crudo. Divertimento puro. Anche qui la scelta artistica della direzione del festival è intuitiva, azzardata quasi a “contaminare” una serata prevalentemente Techno.<br /> Interessante anche il live di SBTRKT, altra premiere italiana, ma non entusiasma.<br /> Da questo momento in poi la serata prende una virata Techno, dura, minimale , cassa dritta, tipico stile tedesco. E’ infatti il momento di  “Berlin Wall 25”, un omaggio ai 25 anni dalla caduta del muro di Berlino, affidato ai piatti dei tedeschi Apparat, Recondite e Marcel Dettmann,  frangia teutonica elevatasi a esempio del genere negli ultimi anni.
Apparat abbandona le sue melodie romantiche per andare dritto, senza tanti orpelli e rifiniture stilistiche caratteristiche del suo lavoro, verso un trend cupo, techno house.<br /> Seguono le melodie depresse e profonde di Recondite e a chiudere la serata Dettmann, che incarna tutte le sfumature della techno di Berghain.<br /> Dettmann è sinonimo di Techno, e al di là dei gusti personali, bisogna riconoscergli una grande capacità di compiacere il pubblico e portarlo per mano, fino alla fine del festival .<br /> A chiudere la caldissima Sala Rossa è invece l’inglese Vessel.</p></p> http://www.mutechlab.it/en/Club-To-Club-2014-The-Trojan-Horse#comments 2014 club to club festival italia report torino Fri, 21 Nov 2014 13:47:32 +0100 Sara Ferraiolo 531 at http://www.mutechlab.it Artissima 2014 dal 7 al 9 novembre a Torino http://www.mutechlab.it/en/Artissima-2014-dal-7-9-novembre-a-Torino <p><a href="/en/Artissima-2014-dal-7-9-novembre-a-Torino" title="Artissima 2014"><img src="/files/u1/artissima.png" alt="artissima" title="artissima" width="665" height="165" style="font-size: 0.8em; line-height: 1.6em" /></a>Si svolgerà da venerdì 7 a domenica 9 novembre 2014 (preview il 6 novembre) all’Oval Lingotto Fiere di Torino l’edizione 2014 di Artissima, Internazionale d’Arte Contemporanea, per la terza volta sotto la direzione artistica di Sarah Cosulich Canarutto.<br /> <br /> La grande novità dell’edizione 2014 è la nascita di Per4m, spettacolare sezione interamente dedicata alle performance che si aggiunge alle tradizionali cinque sezioni che articolano la presenza delle gallerie all’interno del padiglione fieristico: Per4m completa la proposta di Artissima con una soluzione che imprime al carattere da sempre fortemente sperimentale della Fiera uno slancio ulteriore nel duplice segno della ricerca di sempre nuovi percorsi e della solidità dell’offerta sul fronte qualitativo. <!--break-->Con l’introduzione di Per4m diventano 3 le sezioni “curate” di Artissima, ovvero che propongono stand monografici con allestimenti di qualità museale. Si tratta di presentazioni in cui artisti, gallerie e opere sono valutate e selezionate da curatori e direttori di musei tra i più noti della scena internazionale. La loro partecipazione e coinvolgimento porta alla manifestazione un contributo straordinario di conoscenza, ricerca, dialogo e apertura di nuovi confini, assicurando al pubblico una proposta unica per qualità e attualità.</p> <p>Artissima prosegue infatti con determinazione lo specifico e intenso lavoro, in Italia come all’estero, volto a portare a Torino, accanto alle gallerie più affermate in linea con lo spirito della manifestazione, le voci emergenti della scena contemporanea in grado di proporre originali e diversi punti di vista, progetti inediti, sorprendenti e stimolanti, confermando il ruolo della Fiera come l’evento di riferimento per conoscere i nuovi protagonisti del panorama artistico internazionale.</p> <p>L’altra grande novità 2014 coinvolge quella parte di Artissima – da sempre caratterizzata da una duplice vocazione, culturale e commerciale – che implica la progettazione di una proposta culturale da affiancare alla proposta di mercato. Una tradizione di lunga data che Sarah Cosulich ha voluto restituire alla città e al territorio, indagando sempre nuove e diverse modalità di proporre arte al di fuori del contesto fieristico.</p> <p>A partire dall'esperienza di One Torino che lo scorso anno aveva proposto un progetto di “museo diffuso”, coinvolgendo istituzioni e luoghi di eccellenza culturale e contemporanea torinese, nel 2014 la Fiera offrirà alla città una grande esposizione, assolutamente inedita, che traccerà una nuova narrazione della città attraverso una rilettura del suo patrimonio artistico e storico, così come del suo immaginario, presentati all’interno di un unico spettacolare progetto site specific.</p> <p>Sarah Cosulich ha invitato a curare l’edizione 2014 di One Torino un curatore-non-curatore, un artista in pensione, un curioso che sa scoprire e far scoprire: Maurizio Cattelan che – affiancato da Myriam Ben Salah e Marta Papini – ha immaginato un’esposizione molto speciale nella suggestiva sede di Palazzo Cavour. SHIT AND DIE, questo il titolo del progetto, si nutrirà delle suggestioni provenienti dalla storia di Torino e da quella dell’edificio in cui la mostra sarà ambientata. Un racconto/visione che si articolerà lungo le pareti tra le quali Cavour ha iniziato e terminato la propria esistenza e che porterà nuovamente la vita e la morte a rincorrersi di stanza in stanza, all’interno di questa dimora storica.</p> <p><b><br /> LA FIERA<br /> </b><br /> <br /> Artissima 2014 ospiterà in 6 sezioni un totale di 194 gallerie (137 straniere e 57 italiane), tra i nomi più attuali e di maggior interesse del mercato internazionale dell’arte e provenienti da 34 diversi paesi, di cui 9 nuovi rispetto alla scorsa edizione della Fiera.</p> <p>Le 3 sezioni della Fiera che presenteranno le gallerie scelte dal Comitato di Selezione e includeranno le opere di artisti del loro programma, sono:</p> <p><b><br /> Main Section</b>: sezione che raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale scelte dal Comitato di Selezione della Fiera.<br /> <br /> Quest’anno ne sono state selezionate 124 (42 italiane, 82 straniere) provenienti da 27 paesi (Arabia Saudita, Austria, Belgio, Brasile, Cina, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Israele, Inghilterra, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica di Singapore, Romania, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Sudafrica, Ungheria).</p> <p><b><br /> New Entries</b>: sezione riservata alle più interessanti giovani gallerie, con meno di cinque anni di attività e presenti per la prima volta ad Artissima, scelte dal Comitato di Selezione.<br /> <br /> La sezione ospita 19 gallerie (3 italiane, 16 straniere) provenienti da 11 paesi (Argentina, Colombia, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Italia, Messico, Repubblica Ceca, Romania). Una giuria internazionale assegnerà durante la fiera il premio Guido Carbone alla galleria della sezione New Entries ritenuta più meritevole per il lavoro di ricerca e promozione di giovani artisti e per la presentazione progettuale dello spazio ad Artissima.</p> <p><b><br /> Art Editions:</b> inaugurata nel 2012, ospita edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei di 6 gallerie e altri spazi (5 italiane, 1 straniera).</p> <p>Le 3 sezioni curate che presenteranno monografiche di artisti selezionati e proposti da importanti direttori di museo e curatori internazionali sono:</p> <p><b><br /> Present Future:</b> la sezione dedicata ai talenti emergenti invitati da un team di giovani curatori internazionali e presentati dalle loro gallerie di riferimento in un’area centrale della Fiera. Quest’anno i progetti monografici di 20 artisti rappresentati da 21 gallerie (3 italiane, 18 straniere) provenienti da 15 paesi (Cina, Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Messico, Norvegia, Olanda, Porto Rico, Portogallo, Romania, Spagna, Stati Uniti, Tailandia).</p> <p>La sezione è realizzata per il quattordicesimo anno in collaborazione con illycaffè che mette a disposizione il premio illy Present Future assegnato all’artista considerato più interessante da una giuria composta da prestigiosi curatori internazionali. Il Premio offre all’artista vincitore l’opportunità di una mostra negli spazi del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea da inaugurarsi in concomitanza con la successiva edizione di Artissima.</p> <p><b><br /> Back to the Future:</b> la sezione presenta, in un contesto dedicato alle sperimentazioni più nuove del contemporaneo, alcuni grandi innovatori del linguaggio dell’arte che non hanno sempre ricevuto la giusta visibilità rispetto alla rilevanza del loro lavoro e all’influenza sulle generazioni successive. Back to the Future ospita mostre personali di livello museale con opere storiche di artisti degli anni ’60, ’70 e ’80, direttamente proposti e selezionati da un Comitato curatoriale. Quest’anno partecipano alla sezione 25 artisti rappresentati da 24 gallerie (4 italiane, 20 straniere) provenienti da 13 paesi (Austria, Belgio, Brasile, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Italia, Polonia, Spagna, Slovenia, Stati Uniti, Ungheria). Durante Artissima, una giuria internazionale assegnerà il nuovo Premio Sardi per l'Arte Back to the Future, nato dalla nuova partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte alla galleria con il progetto più meritevole in termini di rilevanza storica dell’artista e di presentazione dello stand.</p> <p><b><br /> Per4m:</b> dedicata esclusivamente alla performance, la nuova sezione di Artissima nasce come un progetto fortemente innovativo sia per la modalità di presentazione che per l’approccio con il quale la performance viene affrontata in contesto fieristico. Nei quattro giorni di Fiera saranno presentati lavori di 16 artisti, rappresentati da 16 gallerie (7 italiane, 9 straniere) provenienti da 8 paesi (Austria, Brasile, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Stati Uniti, Svizzera).<br /> <br /> Per4m inaugura accompagnata da un nuovo importante premio, il Prix K-Way Per4m destinato al lavoro performativo più rilevante e significativo tra quelli presentati ad Artissima nei giorni di Fiera. Il premio verrà assegnato da una giuria di esperti internazionali e rappresenta un segnale della rilevanza che la sezione acquisisce sin dalla sua prima edizione, anche grazie all’attenzione del partner K-Way per questa forma di sperimentazione.</p> <p>La fiera è curata da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei.</p> <p>More info: <a href="http://www.artissima.it" title="www.artissima.it">www.artissima.it</a></p> http://www.mutechlab.it/en/Artissima-2014-dal-7-9-novembre-a-Torino#comments 2014 arte contemporanea italia torino Tue, 04 Nov 2014 18:03:20 +0100 Giuseppe Guariniello 530 at http://www.mutechlab.it Hyperdub 10T _ 6 novembre al Club to Club una delle tappe del tour per festeggiare i 10 anni della nota etichetta britannica. http://www.mutechlab.it/en/Hyperdub-10T-6-novembre-al-Club-to-Club <p> <a href="/en/Hyperdub-10T-6-novembre-al-Club-to-Club" title="Hyperdub 10T _ 6 novembre al Club to Club"><img src="/files/u2/10h.jpg" width="665" height="165" title="10h" alt="10h" /></a>Il C2C 14 si avvicina, sold out i pass passport che danno accesso a tutte le aree del festival, ancora in via di definizione le ultime location e alcuni dettagli, ma ci siamo, manca pochissimo!</p> <p>Definita intanto l’apertura di Giovedì sera al Teatro Carignano di Torino. La suggestiva location torinese ospiterà infatti una delle tappe del tour organizzato per il decimo anniversario di  Hyperdub Hyperdub10T, in cui Kode 9 perfomrerà insieme a Lauren Halo (US).</p> <p><!--break--><br /> L’etichetta di Kode9  celebra il suo decimo compleanno con l0uscita di ben 4 compilation che raccolgono come vere e proprie collezioni materiali vecchi e nuovi.</p> <p>La prima ,  Hyperdub 10.1. uscita lo scorso mese di maggio, reccoglie inediti di Burial, DJ Rashad, label founder Kode9, Cooly G, Ikonika, Mark Pritchard, Ill Blu e tanti altri.</p> <p>Sono anche in programma diversi eventi per tutta l’Europa  e performance di Laurel Halo, Dj Rashad and DJ Spinn, Ikonika, Cooly G, Fatima Al Qadiri, Ossie, e altri artisti dell’etichetta.</p> <p>Al C2c, per l’esclusiva preview del giovedì, sarà insieme a Lauren Halo, producer e musicista elettronica nata a Ann Arbor (Michigan). Influenzata dalle radici Midwest, la sua musica parla a nuove ecologie da club, esplorate attraverso ritmi astratti, atmosfere caotiche e lunatici elementi jazz. Processo fisico e deriva temporale sono motivi ricorrenti nella discografia della Halo, come nei suoi due album ‘Quarantine’ e ‘Chance of Rain’. </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/Hyperdub-10T-6-novembre-al-Club-to-Club#comments club to club festival musica elettronica torino Thu, 30 Oct 2014 10:56:55 +0100 Sara Ferraiolo 528 at http://www.mutechlab.it #REF14 - Romaeuropa http://www.mutechlab.it/en/REF14-Romaeuropa <p><a href="/en/REF14-Romaeuropa" title="#REF14 - Romaeuropa "><img src="/files/u1/ref.png" alt="#REF14" title="#REF14" height="165" width="665" /></a>Dal 24 settembre e fino al 30 novembre danza, teatro, circo, arti visive, musica animeranno la capitale: Romaeuropa è una finestra sul futuro delle arti performative, un festival di riferimento nel panorama italiano ed europeo.</p> <p>Una selezione attenta e accurata di artisti, la creatività, la perfetta organizzazione, fa sì che questo evento sia ogni anno sempre in crescita e riconosciuto a livello internazionale.</p> <p>52 appuntamenti per 118 eventi provenienti da 19 paesi diversi, 20 prime italiane, 5 prime assolute. Tantissime le location coinvolte: Accademia Di Francia a Villa Medici, Auditorium Conciliazione, La Pelanda, i teatri Argentina, Brancaccio, Eliseo, Orologio, Piccolo Eliseo, Vascello. Inoltre Quest’anno Romaeuropa ritorna alla Pelanda per trasformare gli spazi dell’ex-Mattatoio di Testaccio in un salotto delle arti digitali, delle performances e delle diverse espressioni della musica di oggi. A Digital Life 2014 – Play, la mostra sul rapporto fra creatività artistica e innovazione tecnologica giunta alla sua 5a edizione, si aggiungono infatti una serie di eventi performativi con alcuni dei più significativi artisti della scena contemporanea, dal clubbing alla musica contemporanea, passando per il nuovo cantautorato e le suggestioni “afropolitane” che mescolano le tradizioni musicali del continente africano con le sonorità delle metropoli europee e americane. </p> <p>Tanti i nomi di rilievo, dalla danza di Akram Khan e Israel Galván, Hofesh Shechter, Frédérick Gravel, al teatro di Angélica Liddell, ricci/forte, Giorgio Barberio Corsetti, Emma Dante, al nuovo circo di Acrobates, Dada Masilo, alla musica con Alain Platel, Lucia Ronchetti, Letizia Renzini, Motus, Tempo Reale, Le Luci Della Centrale Elettrica.</p> <p>Per maggiori info: <a href="http://romaeuropa.net/festival/" title="http://romaeuropa.net/festival/">http://romaeuropa.net/festival/</a>  </p> http://www.mutechlab.it/en/REF14-Romaeuropa#comments #REF14 danza festival musica elettronica roma romaeuropa teatro Sat, 25 Oct 2014 15:29:34 +0200 Sara Ferraiolo 529 at http://www.mutechlab.it #C2C14 Club To Club a Torino dal 5 al 9 novembre 2014 http://www.mutechlab.it/en/Club+To+Club+a+Torino+dal+5+al+9+novembre+2014 <p><a href="/en/Club+To+Club+a+Torino+dal+5+al+9+novembre+2014"><img src="/files/u1/c2c2014.jpg" width="665" height="165" /></a></p> <p> Torna a Torino dal 5 al 9 novembre 2014 Alfa MiTo Club To Club, festival internazionale che mescola musica ed arte per raccontare le ultime tendenze del contemporaneo.
La quattordicesima edizione di Club To Club, #C2C14, si svolgerà durante la Contemporary Art Week – una settimana interamente dedicata alle arti contemporanee che si tiene annualmente nel capoluogo piemontese.<br /> Pubblichiamo il programma con le p rime conferme, tante le novità di quest’anno tra cui un Battiato in veste elettronica che si esibirà con il suo Joe Patti’s Experimental group, un trio che lo vede alle prese con le atmosfere elettroniche che caratterizzano le sue prime produzioni, affiancato dal suo storico audio engineer Pino “Pinaxa” Pischetola e da Carlo Guaitoli.<br /> Grande attesa anche per Caribou ( in uscita il suo ultimissimo album) , Ben Frost , Pantha du Prince, SBTRKT, e nuove scoperte italiane e internazionali.<br /> Per tutte le informazioni sugli artisti <a href="http://clubtoclub.it/2014-it/artist/" title="http://clubtoclub.it/2014-it/artist/">http://clubtoclub.it/2014-it/artist/</a><br /> <!--[if gte mso 9]><xml><br /> <o:DocumentProperties><br /> <o:Template>Normal.dotm</o:Template><br /> <o:Revision>0</o:Revision><br /> <o:TotalTime>0</o:TotalTime><br /> <o:Pages>1</o:Pages><br /> <o:Words>336</o:Words><br /> <o:Characters>1916</o:Characters><br /> <o:Company>Slow Food</o:Company><br /> <o:Lines>15</o:Lines><br /> <o:Paragraphs>3</o:Paragraphs><br /> <o:CharactersWithSpaces>2352</o:CharactersWithSpaces><br /> <o:Version>12.0</o:Version><br /> </o:DocumentProperties><br /> <o:OfficeDocumentSettings><br /> <o:AllowPNG/><br /> </o:OfficeDocumentSettings><br /> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml><br /> <w:WordDocument><br /> <w:Zoom>0</w:Zoom><br /> <w:TrackMoves>false</w:TrackMoves><br /> <w:TrackFormatting/><br /> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone><br /> <w:PunctuationKerning/><br /> <w:DrawingGridHorizontalSpacing>18 pt</w:DrawingGridHorizontalSpacing><br /> <w:DrawingGridVerticalSpacing>18 pt</w:DrawingGridVerticalSpacing><br /> <w:DisplayHorizontalDrawingGridEvery>0</w:DisplayHorizontalDrawingGridEvery><br /> <w:DisplayVerticalDrawingGridEvery>0</w:DisplayVerticalDrawingGridEvery><br /> <w:ValidateAgainstSchemas/><br /> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid><br /> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent><br /> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText><br /> <w:Compatibility><br /> <w:BreakWrappedTables/><br /> <w:DontGrowAutofit/><br /> <w:DontAutofitConstrainedTables/><br /> <w:DontVertAlignInTxbx/><br /> </w:Compatibility><br /> </w:WordDocument><br /> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml><br /> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="276"><br /> </w:LatentStyles><br /> </xml><![endif]--><br /> <!--[if gte mso 10]></p> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ascii-font-family:Cambria; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Cambria; mso-hansi-theme-font:minor-latin;} </style><p><![endif]--><br /> <!--StartFragment--> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <!--[if gte mso 9]><xml><br /> <o:DocumentProperties><br /> <o:Template>Normal.dotm</o:Template><br /> <o:Revision>0</o:Revision><br /> <o:TotalTime>0</o:TotalTime><br /> <o:Pages>1</o:Pages><br /> <o:Words>335</o:Words><br /> <o:Characters>1915</o:Characters><br /> <o:Company>Slow Food</o:Company><br /> <o:Lines>15</o:Lines><br /> <o:Paragraphs>3</o:Paragraphs><br /> <o:CharactersWithSpaces>2351</o:CharactersWithSpaces><br /> <o:Version>12.0</o:Version><br /> </o:DocumentProperties><br /> <o:OfficeDocumentSettings><br /> <o:AllowPNG/><br /> </o:OfficeDocumentSettings><br /> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml><br /> <w:WordDocument><br /> <w:Zoom>0</w:Zoom><br /> <w:TrackMoves>false</w:TrackMoves><br /> <w:TrackFormatting/><br /> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone><br /> <w:PunctuationKerning/><br /> <w:DrawingGridHorizontalSpacing>18 pt</w:DrawingGridHorizontalSpacing><br /> <w:DrawingGridVerticalSpacing>18 pt</w:DrawingGridVerticalSpacing><br /> <w:DisplayHorizontalDrawingGridEvery>0</w:DisplayHorizontalDrawingGridEvery><br /> <w:DisplayVerticalDrawingGridEvery>0</w:DisplayVerticalDrawingGridEvery><br /> <w:ValidateAgainstSchemas/><br /> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid><br /> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent><br /> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText><br /> <w:Compatibility><br /> <w:BreakWrappedTables/><br /> <w:DontGrowAutofit/><br /> <w:DontAutofitConstrainedTables/><br /> <w:DontVertAlignInTxbx/><br /> </w:Compatibility><br /> </w:WordDocument><br /> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml><br /> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="276"><br /> </w:LatentStyles><br /> </xml><![endif]--><br /> <!--[if gte mso 10]></p> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ascii-font-family:Cambria; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Cambria; mso-hansi-theme-font:minor-latin;} </style><p><![endif]--><br /> <!--StartFragment--> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Il<br /> programma giorno per giorno:<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">Mercoledì 5.11 <o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">FESTIVAL HEADQUARTERS<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">HOTEL AC TORINO –<br /> ABSOLUTSYMPOSIUM – INGRESSO GRATUITO SU LISTA<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">How<br /> To Dress Well (US – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Giorgio<br /> Valletta (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">SOCIETÀ CANOTTIERI ESPERIA<br /> - ACCESSO GARANTITO SOLO AI POSSESSORI DI BIGLIETTO PASSPORT<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Chet<br /> Faker (AU – </span><span style="font-family: Calibri; color: #262626">­</span><span style="font-family: Calibri; color: #262626"> live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Wood<br /> Step (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">Giovedì 6.11<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">FESTIVAL HEADQUARTERS<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">HOTEL AC TORINO –<br /> ABSOLUTSYMPOSIUM – INGRESSO GRATUITO SU LISTA<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Noisey<br /> Showcase – TBA<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Mobbing<br /> Djs (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">TEATRO CARIGNANO - ACCESSO<br /> GARANTITO SOLO AI POSSESSORI DI BIGLIETTO PASSPORT<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Hyperdub<br /> 10.T with Kode9 (UK) + Laurel Halo (US – Italian debut exclusive)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">HIROSHIMA MON AMOUR -<br /> ACCESSO GARANTITO SOLO AI POSSESSORI DI BIGLIETTO PASSPORT<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Ben<br /> Frost (AU – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Primitive<br /> Art (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">+<br /> Secret Guest<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">Venerdì 7.11<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">FESTIVAL HEADQUARTERS<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">HOTEL AC TORINO –<br /> ABSOLUTSYMPOSIUM – EVENTO GRATUITO SU LISTA<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Miles<br /> (UK)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Uabos<br /> (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">LINGOTTO FIERE<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Caribou<br /> (CA – Live) – Exclusive Album Show<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Franco<br /> Battiato // Joe Patti’s Experimental Group (IT – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Pantha<br /> Du Prince (DE – Show TBA)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Jungle<br /> (UK – Live) – Italian Debut<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Talaboman<br /> (ES / SE) – Italian Debut Exclusive<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Ben<br /> UFO b2b Ron Morelli (UK / US) – World Debut Exclusive<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Kelela<br /> (US – Live) – Italian Debut exclusive<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Evian<br /> Christ (UK – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Fatima<br /> Al Qadiri (KW) – Italian Exclusive<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Jessy<br /> Lanza (CA – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Millie<br /> &amp; Andrea (UK – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Ninos<br /> Du Brasil (IT – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Marcelo<br /> Tag (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Rills<br /> (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">Sabato 8.11<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">FESTIVAL HEADQUARTERS<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">HOTEL AC<span>  </span>TORINO – ABSOLUTSYMPOSIUM – EVENTO<br /> GRATUITO SU LISTA<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Fatima<br /> &amp; The Eglo Live Band (SE – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">The<br /> Taste (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">&amp;<br /> more<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">LINGOTTO FIERE<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">SBTRKT<br /> (UK – Live) – Exclusive Album Show<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Apparat<br /> (DE) – Berlin Wall 25<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Marcel<br /> Dettmann (DE) – Berlin Wall 25<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Clark<br /> (UK – A/V Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Recondite<br /> (DE – Live) – Berlin Wall 25<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Jacques<br /> Greene (CA)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Kele<br /> [Bloc Party] (UK)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Future<br /> Brown (US – Live) – Italian Debut Exclusive<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Luke<br /> Vibert (UK)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Tiger<br /> &amp; Woods (IT – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Vessel<br /> (UK – Live) – Italian Exclusive<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Visionist<br /> (UK) – Italian Debut<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Vaghe<br /> Stelle (IT – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Lorenzo<br /> Senni (IT – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626"><o:p> </o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">Domenica 9.11<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <b><span style="font-family: Calibri; color: #262626">SAN SALVARIO NEIGHBORHOOD –<br /> EVENTO GRATUITO<o:p></o:p></span></b> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Mark<br /> Ernestus &amp; Tikiman (DE / DO) – Berlin Wall 25<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Morphosis<br /> (LB – Hybrid Session) </span><span style="font-family: Calibri; color: #262626">­</span><span style="font-family: Calibri; color: #262626">– Berlin Wall 25<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Gang<br /> Of Ducks (IT / DE) Label Showcase – Berlin Wall 25 with Dave Saved (IT – Live),<br /> Haf Haf (IT – Live) – Italian Debut, G.O.D. (IT)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">Stump<br /> Valley (IT – Live)<o:p></o:p></span> </p> <p style="line-height: 20pt" class="MsoNormal"> <span style="font-family: Calibri; color: #262626">&amp;<br /> many more<o:p></o:p></span> </p> <p><!--EndFragment--></p> <p> &nbsp; </p> <p><!--EndFragment--></p> <p> &nbsp; </p> <p> More: <a href="http://clubtoclub.it/2014-it/" title="http://clubtoclub.it/2014-it/">clubtoclub.it/2014-it/</a>  </p> http://www.mutechlab.it/en/Club+To+Club+a+Torino+dal+5+al+9+novembre+2014#comments club to club festival italia torino Fri, 19 Sep 2014 17:56:24 +0200 Sara Ferraiolo 527 at http://www.mutechlab.it Live Cinema Festival - Roma http://www.mutechlab.it/en/Live+Cinema+Festival+-+Roma+ <p> <a href="/en/Live+Cinema+Festival+-+Roma+" title="Live Cinema Festival - Roma "><img src="/files/u1/lcf_ok.jpg" height="165" width="665" /></a> </p> <p> La prima edizione di Live Cinema Festival si svolge a Roma dal 17 al 20 Settembre 2014 al Teatro Biblioteca Quarticciolo.</p> <p>Live Cinema Festival è una rassegna di cinema dal vivo che indaga e promuove tutti i fenomeni artistici cui si attribuisce il termine “Live Cinema”, attraverso le esibizioni di artisti provenienti da Italia, Germania, Inghilterra, Olanda, Polonia e Bielorussia, che hanno fatto di questa tecnica narrativa la loro cifra stilistica.<!--break--></p> <p>Per “Live Cinema” si intende una tecnica narrativa sperimentale applicata al video performativo, che da vita alla creazione simultanea di suoni e di immagini in tempo reale in cui i parametri tradizionali del cinema narrativo, rappresentati dalla soggettività fotografata della camera, si espandono in una concezione più ampia.</p> <p>“Cinema” è inteso come l’atto di creare simultaneamente immagini e suoni che dialogano tra loro e che prendono forma in un approccio sinestetico che si traduce in performance audio-video realizzate in real-time, davanti alle quali la percezione dello spettatore è in continua tensione tra sperimentazione e rievocazione.</p> <p>Le performance proposte durante questa prima edizione tendono a esplorare temi legati al sociale, ai nuovi media, ma anche a concetti più introspettivi, che emergono sullo schermo in una veste nuova, permeata di nuovi linguaggi e nuovi significati.</p> <p>Live Cinema Festival ha lo scopo di valorizzare, attraverso l’esibizione di 8 artisti, una delle aree periferiche della città, che, grazie a un programma che unisce artisti emergenti e artisti già noti, ha la possibilità di divenire un nuovo centro di aggregazione culturale.</p> <p>Live Cinema Festival è un progetto artistico-culturale, promosso da Flyer communication in co-produzione con LPM Live Performers Meeting, FLxER.net, Linux Club ed Improvearts, in collaborazione con SIAE ed ACEA e con il supporto del Comune di Roma.</p> <p> PROGRAMMA</p> <p>Mercoledì 17 Settembre 2014<br /> 21:00 – 21:45 | The Light Surgeons (UK/NL) | Super Everything<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/LightSurgeons/performances/supereverything/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/LightSurgeons/performances/supereverything/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/LightSurgeons/performanc...</a></p> <p>22:15 – 23:00 | Drøp + Andrea Familari /// FAX (DE) | Transition<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/Drop/performances/transition_0/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/Drop/performances/transition_0/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/Drop/performances/transi...</a></p> <p>Giovedì 18 Settembre 2014<br /> 21:00 – 21:45 | vj emiko (PL) | Exosphere in. Entalpia.<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/vjemiko/performances/exosphere-in-entalpia/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/vjemiko/performances/exosphere-in-entalpia/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/vjemiko/performances/exo...</a></p> <p>22:15 – 23:00 | Dies_ (IT) | Magnetic Variations<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/diesordre/performances/magnetic-variations/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/diesordre/performances/magnetic-variations/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/diesordre/performances/m...</a></p> <p>Venerdì 19 Settembre 2014<br /> 21:00 – 21:45 | EleKTro mOOn Vision (PL/HU) | Underconstructions<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/Elektromoon/performances/underconstructions/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/Elektromoon/performances/underconstructions/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/Elektromoon/performances...</a></p> <p>22:15 – 23:00 | Okapi + unz.snu (IT) - Opera Riparata, Tribute to Bruno Munari<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/okapi/performances/opera-riparata-tribute-to-bruno-munari/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/okapi/performances/opera-riparata-tribute-to-bruno-munari/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/okapi/performances/opera...</a></p> <p>Sabato 20 Settembre 2014<br /> 21:00 – 21:45 | Byzond Pictures: Alexei De Bronhe + Artemiy Kalinin (BL) | Laserlove Townsheeps<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/byzond/performances/laserlove-townsheeps/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/byzond/performances/laserlove-townsheeps/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/byzond/performances/lase...</a></p> <p>22:15 – 23:00 | Peter Kirn (DE) | P KIRN live audiovisual set<br /> <a href="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/pkirn/performances/p-kirn-live-audiovisual-set/" title="http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/pkirn/performances/p-kirn-live-audiovisual-set/">http://livecinemafestival.com/2014-rome/artists/pkirn/performances/p-kir...</a> </p> http://www.mutechlab.it/en/Live+Cinema+Festival+-+Roma+#comments audio-video festival italia live media live performances Lpm roma Mon, 15 Sep 2014 17:38:30 +0200 Giuseppe Guariniello 526 at http://www.mutechlab.it MITO Settembre Musica: Milano e Torino sedi della musica e della danza internazionale http://www.mutechlab.it/en/MITO-Settembre-Musica2014 <p> <a href="/en/MITO-Settembre-Musica2014" title="MITO Settembre Musica"><img src="/files/u1/mito2014.jpg" height="165" width="665" /></a> </p> <p> Un mese di settembre pieno di eventi interessantissimi tra Milano e Torino.<br /> Da giovedì 4 a domenica 21 settembre, per 18 giorni, Milano e Torino tornano a essere un unico grande palcoscenico offrendo un’occasione imperdibile per accostarsi a proposte artistiche diverse e di grande valore; circa 2200 musicisti: grandi orchestre, complessi da camera e solisti provenienti da 27 paesi; 182 appuntamenti, di cui 156 concerti, in 94 spazi canonici e inconsueti: sale da concerto, chiese, piazze, cortili, musei, palazzi, carceri, stabilimenti industriali…<!--break--> <br /> Festival di tutte le musiche, giunto ormai all’ottava edizione, MITO SettembreMusica è il luogo ideale per ripercorrere le storie della musica attraversando i differenti generi: dall’antica alla classica e alla contemporanea, dal jazz alle espressioni più innovative della musica elettronica, il tutto a prezzi sempre molto accessibili. La musica di oggi affonda le proprie radici nel passato, le vive, assorbe e trasforma, proiettandosi in un futuro che spesso vede convivere espressioni e realtà musicali apparentemente distanti. Il Festival MITO propone un cartellone ampio e composito, dove la scoperta di generi ed epoche diverse diventa inevitabile, percorrendone la ricchezza e la varietà. <br /> Il Festival inaugura con la Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fischer: giovedì 4 settembre al Teatro Regio di Torino e venerdì 5 al Teatro alla Scala di Milano. Quest’anno i due programmi permettono di esplorare panorami musicali differenti: a Torino tre Danze Ungheresi di Johannes Brahms, l’Incompiuta di Schubert, Lieder di Mahler e alcuni valzer di Strauss, a Milano la Terza e la Quarta Sinfonia di Brahms in un concerto dedicato a Claudio Abbado.</p> <p>Un festival dunque trasversale, dalle mille sonorità, dalla musica sacra al jazz, dalla classica all’elettronica.<br /> MITO è anche Danza, in collaborazione  con il Torino Danza organizza tre serate dedicate alla danza di grandi maestri internazionali: la danza contemporanea di Alain Platel e Maguy Marin, ciascuno presente con due appuntamenti. Imperdibile lo spettacolo Golgota  di Bartabas, che sfida, con i suoi cavalli, il grande ballerino di flamenco Andrés Marín oppure l’incontro più unico che raro di Carolyn Carlson con Eva Yerbabuena, carismatiche danzatrici di provenienza diversissima; lascia spazio al circo contemporaneo con la magnifica suite acrobatica degli australiani Circa, arriva in Israele con la Kibbutz Contemporary Dance Company e ospita la visionaria fascinazione estetica di Plexus. </p> http://www.mutechlab.it/en/MITO-Settembre-Musica2014#comments danza festival italia milano musica musica elettronica torino Tue, 02 Sep 2014 17:31:20 +0200 Giuseppe Guariniello 525 at http://www.mutechlab.it Sonar by Day 2014 - Il report http://www.mutechlab.it/en/Sonar-by-Day-2014-Il-report <p><a href="/en/Sonar-by-Day-2014-Il-report" title="Sonar by Day 2014 - Il report"><img src="/files/u1/sonar-2014r.jpg" alt="sonar 2014" title="sonar 2014" height="165" width="665" /></a></p> <p> Il primo giorno di Sonar ha un programma fitto e intricato che spazia dalla sperimentazione audiovisiva al dancefloor. Dopo essere entrati nella dimensione del festival, il primo atteso appuntamento è con Daito Manabe al SonarComplex. Fare delle previsioni su cosa abbia architettato il polivalente artista giapponese è davvero arduo, ed infatti la sua performance è una successione di innovazioni tecnologiche applicate con gusto ad uno spettacolo che si apre con un trio di ballerine dai larghi abiti bianchi dove vengono proiettate immagini con una precisione millimetrica. Le proiezioni sono gestite grazie ad un sistema di mapping ad altissima definizione. Il risultato è uno spettacolo bilanciato ed emozionante dove le movenze delle danzatrici si fondono con le sonorità prodotte dal poliedrico genio nipponico, un grande esempio di sinestesia audiovideo applicata alle arti performative.<!--break--></p> <p>Dopo le danzatrici l'altro momento forte della performance di Manabe è il volo dei droni, tre droni dalla forma piramidale si alzano in volo sincronizzati e danzano come danzatrici cibernetiche, il fondo da bianco diventa una proiezione e la cosa più interessante è che Manabe riesce a visualizzare anche l'aria mossa dalle eliche dei droni, il tutto senza far gravare la tecnologia sul contenuto.</p> <p>Finito Manabe è d'obbligo una corsa verso il SonarHall dove Nils Frahm, su un palco dove in scena i protagonisti sono vecchie tastire al fianco di pianoforti a muro, sinth analogici in concomitanza con strumenti autocostruiti, nei pochi minuti che riesco a cogliere, crea un'atmosfera vibrante a cui riesce a dar vita con semplicità.</p> <p>Altro atteso live è quello di Chris &amp; Cosey al SonarDôme, la coppia storica dell'elettronica offre un live dance dal sapore industriale, lento ma allo stesso tempo incalzante, Cosey accompagna le ritmiche perfette ed in continua evoluzione di Chris con voce scanzonata in puro stile dark wave, molto bello ma non per tutti.</p> <p>L'audio-video di Machinedrum al SonarVillage sembra fuoriuscire dagli anni 90, soprattutto per la parte video, ma è il live di Ben Frost, che ci riporta al SonarComplex, che è senza dubbio l'esperienza da fare. Aurora è una sorta di viaggio interiore, un lavoro di una potenza ancestrale che nell'esecuzione live trova la sua natura perfetta. Il live di Ben Frost con i suoi due batteristi è un susseguirsi di emozioni, a differenza di altre esecuzioni dell'album precedenti, quella del Sonar si concentra maggiormente sull'elettronica e meno sulla potenza delle batterie, l'effetto è ipnotico e la platea del SonarComplex viene trasportata nelle terre del nord dove la luce crea effetti cromatici unici e irripetibili.</p> <p>A chiusura della giornata un totem di luce comincia ad illuminare il popolo del Sonar raccolto al SonarVillage è il ritorno di Plastikman, il progetto di Richie Hawtin, che lo ha reso uno dei produttori più influenti della techno degli anni 90, ritorna alla vita in un live esclusivo per il Sonar. Le sensazione non è quella tipica dei set degli ultimi anni di Hawtin, le ritmiche tornano ad essere più lente e i brani vengono eseguiti quasi più come in un concerto che come un djset.   </p> <p>Il secondo Sonar by day ha inizio con la voce di Jessy Lanza, un'ingresso morbido e suadente che prepara ad una giornata più legata alla danza. Dopo l'audio-video di Forest Swords al SonarHall che mi attrae a tratti più per la parte visiva si passa all'energia flou di Dengue Dengue Dengue al SonarDôme che con i loro psichedelia tropicale fanno ballare senza sosta. </p> <p>Al SonarVillage Bonobo in qualche modo fa evolvere il lavoro che ha cominciato Jessy Lanza, e da ritmiche più morbide si va in un crescendo che mi fa migrare verso il SonarHall dove Jon Hopkins rende merito al suo nome con un live energico e potente che in alcuni momenti dense al live, mentre in altri è troppo fedele alla versione da ascolto.</p> <p>Il secondo giorno di conclude con il suono grasso di Theo Parrish al SonarVillage.</p> <p>Anche la terza giornata di Sonar de dia è all'insegna della danza e del sorriso, il live di Kid Koala è davvero allegro e divertente anche grazie alle sue accompagnatrici che intrattengono la gente del SonarVillage con un teatrino vintage dal retrogusto burlesque, davvero bello.</p> <p>Dopo un salto nel passato con Neneh Cherry si decolla sull'astronave Audion tra suoni e visioni da un futuro dalla battuta incalzante e abbastanza cattiva. </p> <p>James Holden al SonarHall è quasi fastidioso tanta la sua perfezione, il suo virtuosismo nell'utilizzo del suo sistema modulare è già in se uno spettacolo, se poi aggiungiamo una parte video interessate e una batteria live si ottiente il risultato al quale Holden da anni ci ha abituato e il mio Sonar si conclude con qualche straccia di DJ Harvey. </p> http://www.mutechlab.it/en/Sonar-by-Day-2014-Il-report#comments Barcellona festival sonar sonar 2014 spagna Tue, 24 Jun 2014 10:47:17 +0200 Giuseppe Guariniello 537 at http://www.mutechlab.it Sonar +D è l'interazione tra creatività, tecnologia, innovazione e busines. http://www.mutechlab.it/en/Sonar+D-interazione-tra-creativita-tecnologia-innovazione-busines <p><a href="/en/Sonar+D-interazione-tra-creativita-tecnologia-innovazione-busines" title="Sonar +D è l'interazione tra creatività, tecnologia, innovazione e busines. "><img src="/files/u1/sonar2014_D.png" alt="sonar 2014 +D" title="sonar 2014 +D" height="165" width="665" /></a></p> <p> Sónar+D si tiene a Barcellona in contemporanea con il Sónar by Day al Palau de Congressos nella Fira Montjuïc il 12, 13 e 14 giugno. Il festival nel festival mette insieme esperti da tutto il mondo (imprenditori, artisti, ricercatori e compagnie) per presentare prodotti ed esperienze nell'ambito della musica, dell'immagine e dell'interazione.<!--break--> </p> <p> Sónar+D si stà trasformando in un evento con una propria identità, integrato in modo organico con il Sónar by Day, capace di attrarre il meglio dal mondo della tecnologia al servizio della creatività. Le aree di questa edizione sono: MarketLab, AppCafé, SónarCinema, una area per Live Performances, the networking area with Meet the Expert.<br /> La maggior parte delle attività sono aperte al pubblico del festival.</p> <p>Le compagnie che partecipano a Sónar+D sono 100, queste alcune delle più interessanti: Kickstarter (USA), Fabrica (IT), MIT Media Lab (USA), Universal Everything (UK); tra gli esperti segnaliamo Daito Manabe (JP) (qui un'articolo sulla sua eterogenea produzione). </p> <p> &nbsp; </p> <p> Tra i prodotti più interessanti: </p> <p> &nbsp; </p> <p> <img src="/files/u1/oculus.png" alt="oculus" title="oculus" height="355" width="655" /> </p> <p> Oculus </p> <p> &nbsp; </p> <p> <img src="/files/u1/littlebits_marketlab_sonard2014_01.png" alt="littlebits" title="littlebits" height="360" width="655" />Littlebits </p> <p> &nbsp; </p> <p> <img src="/files/u1/oval_sound_01_marketlab_sonard2014.png" alt="Oval sound" title="Oval sound" height="360" width="655" />Oval sound </p> <p> &nbsp; </p> <p> More info: <a href="http://sonarplusd.com/en/2014/" title="http://sonarplusd.com/en/2014/">sonarplusd.com/en/2014/ </a> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/Sonar+D-interazione-tra-creativita-tecnologia-innovazione-busines#comments Barcellona digital art festival new media new technologies sonar Sónar D sonar 2014 Tue, 27 May 2014 00:30:38 +0200 Giuseppe Guariniello 524 at http://www.mutechlab.it Unnumbered Sparks: una rete diventa una scultura interattiva http://www.mutechlab.it/en/Unnumbered-Sparks-una-rete-diventa-una-scultura-interattiva <p> <a href="/en/Unnumbered-Sparks-una-rete-diventa-una-scultura-interattiva" title="Unnumbered Sparks: una rete diventa una scultura interattiva "><img src="/files/u1/net-as-canvas.png" alt="net-as-canvas" title="net-as-canvas" height="165" width="665" /></a> </p> <p> Nelle mani di Janet Echelman e Aaron Koblin una rete da pesca si è trasformata in una magnifica scultura interattiva. A Vancouver per i 30 anni di TED, sospesa nel vuoto su uno specchio d'acqua tra i palazzi, la rete di circa 100 metri fluttua grazie alla forza del vento e si illumina grazie all'interazione con le persone, l'idea della reta l'ha avuta Janet Echelman mentre la parte interattiva è stata curata da Aaron Koblin, che ha creato un'applicazione che permette alle persone di disegnare con la luce sulla rete utilizzando i propri cellulari. Il risultato è davvero spettacolare. Potete guardare il making of e il risultato finito in <b><a href="/en/Unnumbered-Sparks-una-rete-diventa-una-scultura-interattiva" title="Guarda i video">questi video &gt;</a></b>  <!--break--> </p> <p><iframe src="//www.youtube.com/embed/npjTmG-TBHQ" frameborder="0" height="368" width="655"></iframe></p> <p> &nbsp; </p> <p> <iframe src="//www.youtube.com/embed/6JGzPLZrVFU" frameborder="0" height="368" width="655"></iframe> </p> <p> &nbsp; </p> <p> More info: <a href="http://www.unnumberedsparks.com/" title="www.unnumberedsparks.com">www.unnumberedsparks.com</a> </p> http://www.mutechlab.it/en/Unnumbered-Sparks-una-rete-diventa-una-scultura-interattiva#comments Aaron Koblin installations interaction design Janet Echelman Fri, 16 May 2014 22:44:47 +0200 Giuseppe Guariniello 522 at http://www.mutechlab.it Tether: nuove forme di audio-video nel web grazie ai Plaid http://www.mutechlab.it/en/Tether-nuove-forme-di-audio-video-nel-web-grazie-ai-Plaid <p><iframe src="//tether.plaid.co.uk/" frameborder="0" height="480" width="665"></iframe> </p> <p> Grazie alle nuove possibilità offerte dall'evoluzione dei linguaggi di programmazione web (Html5 - Css 3 - JavaScript) le strade della sperimentazione audiovisiva su web sono tornate ad essere floride e stimolanti. I Plaid non si sono fatti pregare ed ecco Tether, una applicazione web based audiovideo reactive, in parole povere una pagina web dove puoi modificare il suono e le animazioni in tempo reale, buon diverimento! </p> <p><img src="/files/u1/t1.png" alt="tether.plaid.co.uk" title="tether.plaid.co.uk" height="368" width="655" /> </p> <p> &nbsp; </p> <p> <img src="/files/u1/t2.png" alt="tether.plaid.co.uk" title="tether.plaid.co.uk" height="365" width="655" /> </p> <p> &nbsp; </p> <p> <img src="/files/u1/t3.png" alt="tether.plaid.co.uk" title="tether.plaid.co.uk" height="367" width="655" /> </p> <p> &nbsp; </p> <p> <a href="http://tether.plaid.co.uk/" title="tether.plaid.co.uk">tether.plaid.co.uk<br /> </a> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/Tether-nuove-forme-di-audio-video-nel-web-grazie-ai-Plaid#comments audio-video interaction design plaid Warp web Fri, 16 May 2014 11:46:33 +0200 Giuseppe Guariniello 521 at http://www.mutechlab.it United Visual Artists: Momentum http://www.mutechlab.it/en/United-Visual-Artists-Momentum <p><a href="http://uva.co.uk/" title="uva.co.uk"><img src="/files/u1/momentum.jpg" alt="momentum" title="momentum" width="665" height="165" /></a></p> <p> Momentum è una creazione degli <a href="http://uva.co.uk/" title="uva.co.uk">United Visual Artists</a> per Curve, lo spazio nel cuore del Barbican Center di Londra. Uno spazio immersivo dove gli UVA cercano di modificare il nostro modello temporale con 12 pendoli motorizzati, disegnati e programmati per oscillare ed emettere luce e suono. Ogni pendolo è un insieme di metallo, parti meccaniche e circuiti integrati, un sofisticato lavoro di programmazione infonde vita agli elementi per indurci ad esplorare secondo nuovi canoni gli spazi della Curve. </p> <p> <!--break--> </p> <p> More info: <a href="https://www.barbican.org.uk/artgallery/event-detail.asp?ID=15620" title="https://www.barbican.org.uk/artgallery/event-detail.asp?ID=15620">https://www.barbican.org.uk/artgallery/event-detail.asp?ID=15620</a> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p><iframe src="//www.youtube.com/embed/B5FjivaKSyA" frameborder="0" height="368" width="655"></iframe></p> http://www.mutechlab.it/en/United-Visual-Artists-Momentum#comments barbican center installations london United Visual Artists uva Wed, 30 Apr 2014 22:43:34 +0200 Giuseppe Guariniello 519 at http://www.mutechlab.it Sónar 12.13.14 Giugno a Barcellona http://www.mutechlab.it/en/Sonar-Barcellona-2014 <p><a href="/en/Sonar-Barcellona-2014" title="sonar.es/en/2014"><img src="/files/u1/sonar2014.jpg" alt="sonar2014" title="sonar2014" height="165" width="665" /></a></p> <p> Se l'edizione 2013 del Sónar sarà ricordata come quella del ventennale, l'edizione 2014 lo sarà sicuramente per la qualità e la quantità di artisti provenienti da tutto il mondo, in termini di geolocalizzazione, e da tutti i  mondi, in termini di background musicale. Nella lineup di quest'anno ci sono tutti i nostri preferiti dell'ultimo anno (Caribou, Todd Terje, James Holden, Oneohtrix Point Never, Ben Frost, Four Tet e, dulcis in fundo DESPACIO - James Murphy + 2manydjs) con performances davvero sbalorditive, quest'anno il  Sónar è riuscito ancora una volta a superare se stesso! </p> <p><!--break--><br /> La location del Día sarà, come lo scorso anno, l'area della Fira Montjuïc a<br /> Plaça d'Espanya, dove gli enormi e confortevoli spazi renderanno sicuramente merito ad una<br /> lineup d'ecezione. Oltre alla parte Día e Noche, troviamo un potenziato Sónar+D, che permetterà ad<br /> addetti ai lavori ed appassionati di approfondire le proprie conoscenze<br /> tra workshop e incontri con opinion leader ed esperti.</p> <p> </p> <p> &nbsp; </p> <p> Gli artisti Sónar 2014: </p> <p> Massive Attack, Richie Hawtin, Plastikman | Objekt,CHIC feat. Nile Rodgers, DESPACIO (James Murphy + 2manydjs), Röyksopp &amp; Robyn, Rudimental, Caribou, Woodkid, Lykke Li, Boys Noize, Bonobo, Four Tet, Pretty Lights, Moderat, Trentemøller, Flux Pavilion, Neneh Cherry with RocketNumberNine, Loco Dice, Todd Terje, 2manydjs (dj set), Kid Koala presents Vinyl Vaudeville 2.0, James Murphy, Gesaffelstein, I Am Legion, Audion, James Holden, Dj Snake, Buraka Som Sistema, Future Brown, Jon Hopkins, DJ Harvey, Dâm-Funk, Chris &amp; Cosey, Tiga, Yelle, Oneohtrix Point Never, Matmos, Evian Christ (dj set), Machinedrum Vapor City Live, Forest Swords, Ben Frost, The Martinez Brothers, WhoMadeWho, FM Belfast, Brodinski, MØ, Daphni b2b James Holden, Simian Mobile Disco present Whorl, Nils Frahm, Paul Woolford, Ralph Lawson, Debukas, Laurel Halo, Spoek Mathambo, Recondite, Kaytranada, Matthew Dear, Camo &amp; Krooked, TOKiMONSTA, Ryan Hemsworth, Daniel Miller, Happa, UZ, Jessy Lanza, Downliners Sekt, Henry Saiz, DJ2D2, Ron Morelli, Svengalisghost, Nisennenmondai, Monki DJ, Daito Manabe, Machine Variation: Bernier + Messier, Oren Ambarchi presents Knots with Sinfonietta Cracovia, Robert Piotrowicz, Sibot, Alizzz, Débruit &amp; Alsarah, UNER, Chris Madak, Stwo, Hucci, Tarek Atoui, Clipping, Roll The Dice, BFlecha, Visionist, copeland, Majical Cloudz, DJ Nigga Fox, Throwing Snow, Koreless, Sinjin Hawke, T. Williams, Emufucka, Louis Baker, Trancemicsoul, Leo Aldrey, Astroboyz, Harald Björk, Rudi Zygadlo, Jolly Mare, Love Cult, De La Montagne, Suzanne Kraft, Balago, Desert, Dengue Dengue Dengue, Elijah &amp; Skilliam intr. Flava D,<br /> Sau Poler, Jameszoo, Simonne Jones, Arufe, Pick A Piper, Octo Octa, Mwëslee, Pau Roca, Professor, Angel Sound, Shelby Grey, Kresy, Nev.Era, Pina, Mr. K!, Territoire, Eme DJ, Sunny Graves, Rayo-60<br /> Xavi Mateu y Carlos Bayona, Sonia Gómez &amp; Lucy Suggate with James Holden, Discos Paradiso Crew, Glue Kids, BSN Posse, Mario Nieto, 3QUIN0X, Enpunto, DJ Der, Ordre Etern, Sanatruja, Vallès. </p> <p> &nbsp; </p> <p> More info: <a href="http://sonar.es/en/2014/" title="sonar.es/en/2014">sonar.es/en/2014/ </a>  </p> http://www.mutechlab.it/en/Sonar-Barcellona-2014#comments Barcellona festival installazioni musica elettronica sonar sonar 2014 spagna Fri, 18 Apr 2014 23:22:34 +0200 Giuseppe Guariniello 520 at http://www.mutechlab.it Time Tilings - Le nuove espressioni del minimalismo create da Pablo Valbuena http://www.mutechlab.it/en/node/518 <p> <img src="/files/u1/TimeTilings.jpg" height="165" width="665" title="TimeTilings" alt="TimeTilings" /> </p> <p> Time Tilings è una serie di quattro installazioni realizzate da Pablo Valbuena per l'Artefact Festival di Leuven, in Belgio, presso lo STUK Kunstencentrum. </p> <p> &nbsp; </p> <p> More: http://www.pablovalbuena.com/  </p> <p><!--break--></p> <p> &nbsp; </p> <p> <iframe src="//player.vimeo.com/video/70587267?portrait=0&amp;badge=0&amp;color=8f8e8d" width="665" height="374" frameborder="0"></iframe> </p> <p> <a href="http://vimeo.com/70587267">time tilings [stuk]</a> from <a href="http://vimeo.com/pablovalbuena">pablo valbuena</a> on <a href="https://vimeo.com">Vimeo</a>. </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/node/518#comments audio-video installations mapping Pablo Valbuena Fri, 18 Apr 2014 21:59:45 +0200 Giuseppe Guariniello 518 at http://www.mutechlab.it Identità Milano 2014: una golosa intelligenza http://www.mutechlab.it/en/identita-Milano-2014-una-golosa-intelligenza <p><a href="/en/identita-Milano-2014-una-golosa-intelligenza"><img src="/files/u1/identita2013.jpg" height="165" width="665" title="identità 2013" alt="identità 2013" /></a></p> <p> Identità golose si conferma l'evento di gastronomia più all'avanguardia in Italia. Una finestra aperta sulle nuove tendenze, luogo di incontro e confronto di chef, ristoratori, uomini di sala, grandi e piccole aziende, addetti ai lavori e semplici appassionati. Quello che ogni anno mi fa tornare e vivere questa tre giorni intensa è lo spirito che si respira, le facce amiche, le persone, che ci si conosce tutti, è il nostro mondo quello dell'enogastronomia, ci appartiene. Ed è importante esserci, è importante sentire quello che questi artisti del gusto e delle materie prime sanno raccontarci. Di pasta, di pizza, di cucine vegane e alternative.<!--break--> </p> <p> Di tradizione e di innovazione. Di democrazia. Non più elite ma ritorno alla terra e a quello che offre. Il rispetto, per i prodotti della natura, e per le persone che ci dedicano una vita. </p> <p> E lo chef è il tramite e l'interprete. E' il mago. Che trasforma la materia in creazioni magiche equilibrate e perfette. Lo chef parla della biodiversità, parla delle sue origini. </p> <p> Come Gaston Acurio, che racconta il perchè e la sua ricchezza nella povertà. </p> <p> Lo chef è artista, come Kobe Desramauiz che dal Belgio riproduce nature morte e piatti di ispirazione fiamminga grazie ad affumicature e tecniche rudi e violente quasi bestiali. </p> <p> Lo chef è cultura, come Massimo Bottura ed è condivisione, perchè lo staff di cucina è importante. </p> <p> L'alta cucina à attenzione. </p> <p> Attenzione ai ciliaci da parte di un pizzaiolo (...), ai vegani perchè si può fare cucina di qualità anche non mangiando carne. </p> <p> E poi l'importanza della sala, perchè il personale di sala è il biglietto da visita di un ristorante. Si interfaccia con il pubblico, descrive il lavoro dello chef, lo rende reale, parola, gesto, lo rende commestibile. </p> <p> La mia riflessione riguarda tutto questo mondo, in continua crescita ed evoluzione. Non riguarda la storia di uno chef piuttosto che un altro. Non parlo di giovani promesse (come il meraviglioso pizzaiolo Ciro Salvo, dall'umanità incredibile) o di chef che hanno fatto storia e epoca e non si fermano. </p> <p> Non parlo solo di genio e follia (Scabin) di dedizione (Nico Romito) di creatività e stile (Crippa). </p> <p> Per me tutti, ognuno a suo modo, contribuiscono ad arricchire di valore la cucina di qualità. Si passa sempre più dalla spettacolarizzazione e l'estetica ai valori, quelli veri. Quelli da raccontare, trasmettere e condividere: </p> <p> Attenzione, rispetto, amore, tradizione, democrazia. Bellezza e gusto. Intelligenza golosa. come recita il claime di questa bellissima decima edizione. </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/identita-Milano-2014-una-golosa-intelligenza#comments cucina design festival milano Tue, 18 Mar 2014 20:14:48 +0100 Sara Ferraiolo 517 at http://www.mutechlab.it Daito Manabe, tra design arte e ricerca http://www.mutechlab.it/en/Daito-Manabe-tra-design-arte-e-ricerca <p> <a href="/en/Daito-Manabe-tra-design-arte-e-ricerca" title="Daito Manabe, tra design arte e ricerca"><img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/daito-manabe.jpg" alt="Daito Manabe" style="width: 665px; height: 165px" /></a></p> <p>Daito Manabe è letteralmente un vulcano di idee, se molti artisti, che lavorano nell'ambito del digitale, di solito scelgono un modo di espressione ben preciso, Manabe passa dalle installazioni alle proiezioni interattive, dal djing alla body art con una nonchalance incredibile. <a href="/en/Daito-Manabe-tra-design-arte-e-ricerca"><b>Guarda alcuni video e le foto!</b> </a><br /> <!--break--><br /> <iframe src="http://www.youtube.com/embed/na7FU-VTWN8" frameborder="0" height="481" width="665"></iframe> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/mu_wanabe655a.jpg" alt="daito-manabe" style="width: 665px; height: 218px" /><br /> <a href="http://www.mutechdesign.com/offfm%C3%A0tica-other-mirrors-report-photos"><b>Daito Manabe &amp; Motoi Ishibashi (JP) - Fadeout @ </b><b>OFFFMàtica </b><b>_ more &gt;&gt;&gt;</b></a> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/DSC04643.jpg" alt="daito manabe" style="width: 665px; height: 491px" /><br /> <a href="http://www.mutechdesign.com/offfm%C3%A0tica-other-mirrors-report-photos"><b>Daito Manabe &amp; Motoi Ishibashi (JP) - Points </b></a><a href="javascript:void(0)/*482*/"><b>@ </b><b>OFFFMàtica </b></a><b><a href="javascript:void(0)/*482*/">_ more &gt;&gt;&gt;</a></b> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/DSC04647.jpg" alt="daito manabe" style="width: 665px; height: 430px" /><br /> <a href="http://www.mutechdesign.com/offfm%C3%A0tica-other-mirrors-report-photos"><b>Daito Manabe &amp; Motoi Ishibashi (JP) - Points </b></a><b>@ </b><b>OFFFMàtica </b><b>_ more &gt;&gt;&gt;</b> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/daito-manabe1.jpg" alt="daito-manabe" style="width: 665px; height: 443px" /><br /> <b><span class="title">16 Forms</span></b> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/daito-manabe2.jpg" alt="daito manabe" style="width: 665px; height: 444px" /><br /> <b>Particles</b> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/daito-manabe3.jpg" alt="daito manabe" style="width: 665px; height: 370px" /><br /> <b>BodyHack</b> </p> <p> <img src="http://www.mutechdesign.com/sites/default/files/daito-manabe4.jpg" alt="daito manabe" style="width: 665px; height: 443px" /><br /> <b><span class="title">Sound Clouds</span></b> </p> <p> <b><a href="http://www.daito.ws">http://www.daito.ws</a></b> </p> http://www.mutechlab.it/en/Daito-Manabe-tra-design-arte-e-ricerca#comments artist Daito Manabe digital art installation art interactive projection mapping Wed, 26 Feb 2014 23:03:19 +0100 Giuseppe Guariniello 523 at http://www.mutechlab.it Alfa Romeo Mito #C2C13: la cultura elettronica a Torino. http://www.mutechlab.it/en/C2C13-la-cultura-elettronica-a-Torino <p><a href="/en/C2C13-la-cultura-elettronica-a-Torino" title="Alfa Romeo Mito #C2C13: la cultura elettronica a Torino."><img src="/files/u1/report-ctc2013.png" alt="report ctc2013" title="report ctc2013" height="165" width="665" /></a></p> <p> La più bella edizione di sempre, questa del C2C 2013.</p> <p>Per il sold out tutti i giorni del festival, per la bellezza delle location (con la new entry delle Officine Grandi Riparazioni, già sede della preview con il live dei Mount Kimbie) , per la grandezza e l’eleganza della line up, per la puntuale organizzazione.</p> <p>Alfa MiTo Club To Club torna per il tredicesimo anno a Torino durante la settimana dell’arte contemporanea e si inserisce in un palinsesto di eventi tra i più interessanti dell’anno.<br /> Il tema di quest’anno è TWINS, a simboleggiare l’ideale gemellaggio che connette Torino alle altre città in cui il festival si svolge, ma anche la capacità di creare una community che unisce artisti, pubblico e realtà vicine e lontane.</p> <p>Davvero una community quella dei “clubbers” , coesa e complice nei giorni del festival, persone da tutta Italia e da tutta Europa si uniscono seguendo un unico filo conduttore: la musica, la bella musica, quella di qualità, che ti riempie il cuore, ti anima e ti tiene sveglio fino all’alba.</p> <p>Un programma pieno e ricco di appuntamenti, dal pomeriggio fino a tarda notte, con più di 50 artisti provenienti da tutta Europa.<br /> Questa edizione del festival, oltre ad arricchire di suoni e persone una città già artisticamente molto attiva per la Contemporary Art Week , conferma la sua internazionalità. <br /> Il C2C non ha nulla da invidiare ad altri festival di elettronica europei:<br /> Torino come Berlino o Londra.</p> <p>C2C è un festival che mischia tendenze passate e innovazione decretando la fine della separazione netta tra i generi. </p> <p>La collaborazione con il British Council , inoltre, ha portato al festival una schiera di artisti britannici di grande livello: Tra gli headliners, spiccano James Holden, sciamano bitannico del Devon, con produzioni ispirate ai suoni e paesaggi del Galles e alla musica folk; Kieran Hebden aka Four Tet, londinese all’apice della sua popolarità e ponte fra il mondo elettronico e quello indie; i Fuck Buttons, duo formatosi presso la scuola d’arte di Bristol, e il loro sound rainbow rock; o ancora il padrino della dubstep Kode9, fondatore dell’innovativa Hyperdub e curatore del nuovo progetto firmato British Council  e Xplosiva, A Great Symphony in Torino. </p> <p>Oltre al Lingotto, ormai location consolidata del festival e grande scenario per il Gran Finale, la vera novità è la scelta delle Officine Grandi Riparazioni, uno scheletro industriale di cemento e acciaio che unisce la freddezza della fabbrica al calore di luci e spazi dalle architetture regolari imponenti.<br /> In questo contesto si inserisce una line up spettacolare,  ben distribuita durante i primi 2 giorni del festival. </p> <p>Il Teatro Carignano ha ospitato il progetto di James Holden. Sette anni dopo la pubblicazione dell’album di debutto e pietra miliare di James Holden, ‘The Idiots Are Winning’, il 2013 vede finalmente tornare in grande stile il producer, DJ e fondatore dell’etichetta Border Community, con un disco di proporzioni epiche: ‘The Inheritors’ è un viaggio psichedelico e coraggioso con una personalissima estetica nella produzione.</p> <p>La serata continua alle OGR, dove in contemporanea si svolge la preview di Artissima.<br /> E’ la volta di Dinos Chapman e Factory Floor:</p> <p>Il primo, video artista e scultore, ha dato vita ad una performance audio video  davvero interessante. Come se traducesse in musica le sue opere disegnando, quindi , paesaggi sonori cupi e  macabri, accompagnati a ritmicità house: una musica “sciatta” (schlampige musik) , come egli stesso descrive il suo primo album “Luftbobler” .</p> <p>Factory Floor è una band londinese composa nella sua struttura attuale da Gabe Gurnsey alla batteria, Dominic Butler ai synth ed elettronica, Nik Colk Void alla voce, chitarra e campioni. “Rock elettronico post – industriale”, così viene definito dalla critica. Un bel mix di synth , strumenti , atmosfere dark. Un bel set a chiudere la prima serata.</p> <p>Il  Day 2 ha visto spiccare l’eleganza e la bravura del musicista a compositore britannico Jon Hopkins.<br /> Forse la performance più emotiva dell’intero festival, un susseguirsi di melodie, pianoforte e sonorità dub. Bassi da pelle d’oca e una sensazione di libertà. Jon Hopkins trasmette belle vibrazioni e good karma. Amore e condivisione. Ed è questo lo spirito con cui un festival va vissuto. Sorrisi e abbracci, divertimento puro non tralasciando le emozioni.</p> <p>Interessanti anche il live noise ambient di The Haxan Cloak e i folli Ninos Du Brasil , il nuovo progetto dell’artista Vascellari e Nicolò Fortuni,che unisce voce, percussioni (cuica, congas, campane, jambè, rulli, piatti, claves, maracas, fischietti…) per dare origine ad un’originalissima samba elettronica.</p> <p>James Holden toglie il fiato con le sue piroette elettroniche, le ritmiche inafferrabili, volutamente grezzo e sporco seppure preciso nelle sue progressioni sintetiche.  Bravissimo a catturare il pubblico e condurlo in direzioni diverse, cambi di ritmicità schizofrenici, percorsi sonori dei più eclettici.</p> <p>Day 3, il Gran Finale: è stato magnifico. Dalle  21 all’alba, circa 10 ore di musica. Sold out anche per il Lingotto, nonostante la sua grandezza.<br /> Ad aprire la serata Jon Talabot, dj e producer spagnolo,  con la sua psichedelica da dancefloor. Una performance solare, per iniziare con il piede giusto e a star bene la maratona del gran finale.<br /> A seguire Fuck Buttons: set incalzante , synth galoppanti e tamburi. Un set grandioso, completo, forse uno dei migliori della serata. Synt, percussioni e video con il kinect. Rumorosi quanto basta, post rock e techno in un mix davvero incredibile.</p> <p>Fourt Tet sale sul palco e in sala s’inizia a stare stretti. Lo attendevamo in tanti, da sempre alfiere di classe, leggerezza, solarità: Musica calda e giocosa, le influenze jazz degli esordi incastrate perfettamente in reti e trame elettroniche e dance. <br /> Kieran Hebden (molti ancora credono ci sia lui dietro il progetto Burial) è affascinante, il suo set si apre piano piano, lunghissimi minuti di preliminari che si trasformano poi però in un’ esplosione di suoni, colori, sensazioni. <br /> Decisamente un fuoriclasse dell’elettronica colta, elegante, raffinata.</p> <p> In Sala Rossa si alternano artisti dub del calibro di Adrian Sherwood e Pinch ( bassi forti e sonorità classiche anni 90 un progetto bello che ha fatto ballare non poco), e a seguire Kode9 , una certezza della dubstep e delle sue evoluzioni.</p> <p>Nel Padiglione1  Diamond Version, nuovo progetto di Alva Noto e Byetone. Nel loro solito stile minimale, un cambiamento impattante rispetto ai britannici che li hanno preceduti. Bellissimi i loro video.</p> <p>A seguire i Modeselector che non sorprendono particolarmente, ma si confermano dei veri e propri animali da palcoscenico che sanno come far impazzire letteralmente la folla.</p> <p>Rustie, nella Sala Rossa, rozzo e violento nei cambi di stile, ci presenta un set frenetico. Impossibile stare fermi nonostante il caldo assurdo della sala ribattezzata dai più “sauna” rossa.</p> <p>Mentre sul palco principale si susseguono Julio Bashmore e Ben UFO,  Andy Scott chiude il party in Sala Rossa.<br /> Prima di lui un “defaticante” set dei Machinedrum. Sarebbe stato forse più bello vederli alle OGR, in un contesto diverso, ma forse l’idea dello stretching finale dopo una lunga session di dub e salti non è poi tanto male male. Un set emotivo dalle profonde atmosfere sonore: non solo macchine, ma anche batteria e chitarra elettrica. </p> <p>Torino dunque sempre più si fa capitale dell’eltrronica, capitale della CULTURA elettronica. E il Club to Club oggi è uno dei pochi festival in grado di trasmettere insieme, grazie alla perfetta organizzazione e all’accurata selezione di artisti, una serie di valori artistici e umani da non trascurare. Un festival che non è solo divertimento, ma è anche e soprattutto conoscenza, esplorazione di nuovi scenari e generi. Una vera e propria vetrina sulle tendenze del contemporaneo, in grado di anticiparle, trasmetterle, raccontarle e farle vivere in soli quattro giorni. </p> http://www.mutechlab.it/en/C2C13-la-cultura-elettronica-a-Torino#comments 2013 audio-video festival italia musica elettronica torino Mon, 18 Nov 2013 13:57:07 +0100 Sara Ferraiolo 516 at http://www.mutechlab.it Mount Kimbie C2C2013 – Preview @ Cantieri OGR http://www.mutechlab.it/en/Mount-Kimbie-C2C2013%E2%80%93Preview-Cantieri-OGR <p><a href="/en/Mount-Kimbie-C2C2013%E2%80%93Preview-Cantieri-OGR" title="Mount Kimbie C2C2013 – Preview @ Cantieri OGR"><img src="/files/u1/kimbie.jpg" alt="kimbie" title="kimbie" height="165" width="665" /></a> </p> <p> Le officine grandi riparazioni, spazio dall’incredibile fascino post industriale dove agli inizi del 900 a Torino si riparavano i treni, sono una struttura fredda di ferro e cemento, uno scheletro imponente e a tratti inquietante per la sua grandezza. Location ideale ad ospitare una delle serate del Club to Club 2013 (aspettiamo con ansia la serata inaugurale di Artissima 2013 che si svolgerà in concomitanza con il festival torinese), e, in particolare una delle anteprime, tappe di avvicinamento al week end di novembre (l’altra ricordiamo, un meraviglioso live di <a href="/en/club-to-club-presents-%E2%80%A8apparat-plays-krieg-und-frieden" title="apparat">Apparat</a>), con i Mount Kimbie ospiti d’eccezione. Il 5 settembre 2013 i Cantieri ogr si riempiono di luci, vita, vibrazioni.<!--break--><br /> Kai Campos e Dom Maker, due astri nascenti dell’universo Warp record, presentano sul in questa occasione il loro ultimo disco, Cold Spring Fault Less Youth.<br /> I due londinesi sul palco si destreggiano alla perfezione tra synth, chitarre, xylofoni, live drums. Un set pieno, maturo, sicuramente strutturato e completo. Divertente e saltellante.<br /> Le sonorità dei Mount Kimbie sono oltre la dubstep e oltre l’elettronica. C’è chi chiama questo genere, azzardando una definizione, “post-dubstep”. In realtà è un mix di stili e contaminazioni, che dal rock apprende l’uso degli strumenti, ma non si ferma qui. E’  funk,  soul, il tutto arricchito da aperture hip hop, influenze jazz. Tra voluti cambi di ritmi e di umori, romantici e allo stesso tempo incalzanti, in un’ora e mezza tengono altissima l’attenzione del pubblico, lo coinvolgono ed emozionano, portandolo in mondi diversi, tra strati sonori crescenti e sempre più altalenanti.<br /> Se questo è solo l’inizio, ci aspetta un C2C13 ricco di sorprese e innovativo, aperto a nuove scoperte e rivelazioni, senza nulla da invidiare ai grandi festival internazionali. </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/Mount-Kimbie-C2C2013%E2%80%93Preview-Cantieri-OGR#comments club to club festival italia musica elettronica torino Wed, 18 Sep 2013 12:47:38 +0200 Sara Ferraiolo 515 at http://www.mutechlab.it Displaycement Flussi 2013 - Avellino - Italy http://www.mutechlab.it/en/Displaycement-Flussi-2013-28-agosto-1-settembre-Avellino-Italy <p> <a href="/en/Displaycement-Flussi-2013-28-agosto-1-settembre-Avellino-Italy" title="Displaycement Flussi 2013 - 28 agosto/1 settembre - Avellino - Italy"><img src="/files/u1/flussi-2013a.png" alt="flussi-2013" title="flussi-2013" height="165" width="665" /></a> Con il titolo Dis<b>play</b>cement Flussi 2013 individua un percorso di ricerca che si vuole collocare allo stesso tempo all’interno e al di fuori della riflessione sulla cosiddetta cultura digitale. Se infatti non possiamo ormai che dare per acquisito il passaggio epocale verso un regime mediale innervato e strutturato dalle tecnologie digitali (con tutte le relative conseguenze in termini sociali, cognitivi, estetici, politici, ecc..), siamo anche consapevoli dell’indebolimento progressivo della retorica, delle utopie e del sistema di credenze che hanno sostenuto e accompagnato la sua prima fase.<!--break--> </p> <p> La socialità delle reti produce contemporaneamente un allargamento della sfera comunicativa e delle possibilità d’azione dell’individuo e dei gruppi ma al contempo si rovescia in forme raffinatissime di controllo e di profilazione non più basate sulla repressione e la disciplina ma sul piacere e la libera condivisione (I like!) , il tutto ad uso e consumo dei grandi attori del marketing globale; la libera circolazione della “creatività” e del lavoro spontaneo sono ricatturate in nuove strategie di valorizzazione e sfruttamento; le forme visive e sonore della sperimentazione digitale sono pienamente captate dal sistema spettacolare dell’immaginario e fatte ricircolare nel mercato sotto forma di plug-in e apps. </p> <p> Vecchi guru si ricredono decretando la fine della rivoluzione digitale e denunciandone insidie e pericoli, mentre molti critici si affrettano ad individuare il successivo paradigma non trovando altra soluzione che apporre l’ennesimo “post-”: staremmo vivendo già in un’epoca <i>postdigitale</i> nella quale la spinta propulsiva, vitale e carica di futuro che il digitale portava con sé si rivela inconsistente, rovesciandosi in una <i>retromania</i> dilagante. </p> <p> Sta di fatto che le griglie interpretative e le forme estetiche che nel digitale hanno trovato il fondamento e l’orizzonte di pensiero mostrano la corda. </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> In questo scenario, Flussi 2013 intende posizionarsi in una prospettiva che riprende il percorso di sperimentazione iniziato già con le precedenti edizioni: ricerca di nuove visioni, nuove idee, nuove narrazioni, nuovi modi dello stare al mondo, nuove modalità di invenzione critica, attraverso l’uso ricombinante di riflessione e immaginazione. </p> <p> &nbsp; </p> <p> Dis<b>play</b>cement è innanzitutto un gioco di parole e quindi, come indicato da Wittgenstein, la produzione di una forma di vita e di un universo di senso. Dis<b>play</b>cement è il situarsi in una prospettiva obliqua, fuori quadro rispetto alle narrazioni dominanti sulla cultura e le arti elettroniche/digitali, consapevoli che non è più sufficiente riferirsi al piano puramente tecnologico per individuare uno spazio di espressione e di invenzione. Questo significa forse prendersi meno sul serio e aprirsi all’inaspettato, all’irruzione del paradosso, dell’inutile, del fuori uso, di ciò che non ha ancora, o che non può avere, una collocazione nel circuito dello scambio economico o della sistematicità scientifica. </p> <p> &nbsp; </p> <p> Dis<b>play</b>cement spinge verso il dischiudersi di un’attitudine ludica, che nel piacere e nella distrazione estetica non veda una minaccia o il luogo dell’assenza di pensiero ma una messa in campo di forze propulsive e di un’intelligenza emotiva forse ancora poco esplorate e capaci di esprimere una controforza ( che non mira allo<br /> scontro frontale, non scava trincee, anzi fugge, schizza via, spiazza e agisce in spazi propri e con dinamiche autonome,libere,critiche e<br /> ludiche), una gioiosa resistenza antitetica, capace di pensare/creare/vivere il nuovo attraverso l’immaginazione, la consapevolezza, il gioco, il volo libero. </p> <p> &nbsp; </p> <p> La line-up: </p> <p> Raime / Ryoichi Kurokawa / Tempest (F. Vigroux + A. Schmitt) / A Guy Called Gerald / Robert Lippok / Stellar OM Source / Novi_sad / OoopopoiooO / Dadub / Shapednoise / Zavoloka / Ametsub / Oscar Burnside / Gert–Jan Prins + SEC_ / Ascion / Alberto Boccardi / Andy Guhl + A Spirale Duo / Matter + Lino Monaco / Luca Sigurtà / Luca Formentini / Von Tesla / Mud Wise / J. Rousse &amp; J.S. Truchy / Phonotopy / Hogo / Jean–Philippe Gross / Officina Gadget Rumoristici / Vincenzo Romania /Mirt + Ter / Salvo Nostrato </p> <p> &nbsp; </p> <p> More info: <a href="http://www.flussi.eu" title="http://www.flussi.eu">www.flussi.eu </a> </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> <p> &nbsp; </p> http://www.mutechlab.it/en/Displaycement-Flussi-2013-28-agosto-1-settembre-Avellino-Italy#comments 2013 avellino festival flussi installazioni italia musica elettronica Workshop Fri, 09 Aug 2013 13:30:27 +0200 Giuseppe Guariniello 514 at http://www.mutechlab.it Dimensions Festival 5-9 Settembre - Pula - Croazia http://www.mutechlab.it/en/Dimensions-Festival-5-9-Settembre-Pula-Croazia <p> <a href="/en/Dimensions-Festival-5-9-Settembre-Pula-Croazia" title="Dimensions Festival 5-9 Settembre - Fort Punta Christo, Pula - Croazia"><img src="/files/u1/dimensions1.jpg" alt="dimensions" title="dimensions" height="165" width="665" /></a> </p> <p> Dimensions è un festival underground di musica elettronica, che si tiene in una location davvero incredibile: Fort Punta Christo, Pula - Croazia dal 5 al 9 Settembre.<br /> Oltre alla main location, ogni giorno ci sono in contemporanea molte<b> <a href="http://www.dimensionsfestival.com/boat-parties/" title="Feste su navi">feste su navi</a></b> e session in spiaggia.</p> <p>Il festival è nato nel 2012 e subito si è guadagnato il successo della critica grazie alla cura della line-up oltre che per la bellezza dei luoghi dove si tiene. La dimensione del festival è quella ideale per godersi l'ottima qualità della musica. </p> <p>Ecco alcuni dei nomi della line-up di quest'anno:<br /> Model 500 (Live) / Mount Kimbie / Tony Allen (Live) / Gilles Peterson / Theo Parrish / Moodymann / Daphni / 3 Chairs / Pantha du Prince (Live) / Mala in Cuba (Live) / Omar S / Brandt Brauer Frick / Dixon / Ben Klock / JETS (Live) / Derrick May / Dave Clarke / Surgeon / Mala – Digital Mystikz / Kode9 / Space Dimension Controller – Live / Floating Points / Skudge – Live / Mr Scruff / Benji B / Martyn / Boddika / Loefah / Ben UFO / Blawan / Pearson Sound / Andreya Triana / <b><a href="http://www.dimensionsfestival.com/2013-line-up/" title="more">+ more</a></b></p> <p><b><a href="http://www.dimensionsfestival.com/tickets/" title="Dimensions Tickets">e qui trovate le info sui biglietti</a>.<br /> </b> </p> <p> <!--break--> </p> http://www.mutechlab.it/en/Dimensions-Festival-5-9-Settembre-Pula-Croazia#comments 2013 croazia dance music dimensions festival musica elettronica Wed, 07 Aug 2013 12:19:36 +0200 Giuseppe Guariniello 513 at http://www.mutechlab.it
Warning: INSERT command denied to user 'Sql157675'@'62.149.143.56' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '<em>INSERT command denied to user &amp;#039;Sql157675&amp;#039;@&amp;#039;62.149.143.56&amp;#039; for table &amp;#039;accesslog&amp;#039;\nquery: INSERT INTO accesslog (title, path, url, hostname, uid, sid, timer, timestamp) values(&amp;#039;Blogs&amp;#039;, &amp;#039;blog/feed&amp;#039;, &amp;#039;&amp;#039;, &amp;#039;74.125.76.98&amp;#039;, 0, &amp;#039;ca5775e36965883864fb2e4cb8bcfe22&amp;#039;, 862, 1474864639)</em> in <em>/web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc</em> on line <em>172</em>.', 2, '', 'http://www.mutechlab.it/en/blog/feed', '', '74.125.76.98', 1474864639) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc on line 172

Warning: INSERT command denied to user 'Sql157675'@'62.149.143.56' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '<em>INSERT command denied to user &amp;#039;Sql157675&amp;#039;@&amp;#039;62.149.143.56&amp;#039; for table &amp;#039;sessions&amp;#039;\nquery: INSERT INTO sessions (sid, uid, cache, hostname, session, timestamp) VALUES (&amp;#039;ca5775e36965883864fb2e4cb8bcfe22&amp;#039;, 0, 0, &amp;#039;74.125.76.98&amp;#039;, &amp;#039;messages|a:1:{s:5:\\&amp;quot;error\\&amp;quot;;a:3:{i:0;s:223:\\&amp;quot;warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc:172) in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/common.inc on line 141.\\&amp;quot;;i:1;s:223:\\&amp;quot;warning: Cannot modify header information - hea in /web/htdocs/www.mutechlab.it/home/includes/database.mysql.inc on line 172