Electroportal Il portale dell'elettrotecnica e dell'elettronica http://www.electroyou.it/list.php?o=FirstPublicationTime_0&f0=ObjSet_4 2018-06-16 00:06:39 1 Forma cum laude: algebra di commutazione http://www.electroportal.net/wruggeri/wiki/forma-cum-laude-logica-proposizionale

Benvenuto, affezionato lettore! Quello che hai davanti è il secondo articolo del ciclo relativo ai metodi formali (se non hai ancora letto il primo, puoi farlo qui); precisamente, con questo e con il prossimo articolo ci occuperemo di una trattazione essenziale della logica proposizionale, la quale vedremo prima come sistema algebrico e poi come linguaggio formale. Si tratta di un argomento fondamentale nel nostro percorso sui metodi formali, perché ci permette di vedere un primo esempio di linguaggio adatto alla modellazione dei sistemi e alla scrittura delle condizioni che si desidera essi rispettino; nello specifico, vedremo direttamente come utilizzare la formulazione algebrica della logica proposizionale per modellare semplici circuiti digitali, e indirettamente valuteremo come scrivere delle condizioni mentre tratteremo la definizione "linguistica" della logica.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-06-20 15:09:58 http://www.electroportal.net/wruggeri/wiki/forma-cum-laude-logica-proposizionale webmaster@electroportal.net (Walter Ruggeri)
User Mode Linux http://www.electroportal.net/ilguru/wiki/user-mode-linux

UML è un sistema di virtualizzazione di linux comparso come patch del kernel dalle versioni 2.2 del sistema operativo, che è stato poi integrato nello sviluppo del kernel di linux dalla versione 2.6. Permette di eseguire un sistema operativo completo in user space come una macchina virtuale a cui assegnare varie risorse (drive, schede di rete, console, ecc...) ed è utile per virtualizzare macchine linux complete oppure per testare diverse versioni di kernel, driver, programmi ecc... all'interno di un sistema isolato che non può intaccare l'host che esegue uml. E' possibile eseguire varie macchine uml contemporaneamente simulando varie topologie di rete, implementare honetpots, testare la sicurezza di reti ecc... Il sistema da eseguire è tutto contenuto in un root file system che viene montato da uml alla partenza. Può essere contenuto in un uno o più file separati il cui contenuto può essere popolato e modificato tramite script prima dell'esecuzione del binario uml in modo da automatizzare la pubblicazione di macchine virtuali. Insomma le possibilità sono davvero numerevoli.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-06-15 13:02:39 http://www.electroportal.net/ilguru/wiki/user-mode-linux webmaster@electroportal.net (Stefano Busnelli)
Energie rinnovabili nel mix energetico http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/energie-rinnovabili-nel-mix-energetico

Il "mix energetico", cioè la composizione percentuale della energia elettrica immessa in rete in base alla modalità di produzione, è un dato che da qualche anno deve essere indicato nelle bollette dai vari fornitori.

Il dato permette anche ai profani di valutare l'evoluzione negli anni di tale mix, e di scegliere il proprio fornitore non solo in base al costo ma anche in base alla sua composizione, per esempio per privilegiare fornitori che utilizzano più energia rinnovabile rispetto alla media nazionale.

Approfondendo l'argomento infatti ho scoperto la complessità della normativa, ma anche l'effettiva presenza di fornitori "100% da rinnovabili" che possiamo scegliere se vogliamo incentivare un aumento delle energie pulite nel nostro paese, e non solo inseguire riduzioni di prezzo che spesso sono irrisorie.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-06-06 23:52:28 http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/energie-rinnovabili-nel-mix-energetico webmaster@electroportal.net (Riccardo Urciuoli)
Come è fatto e come funziona un drone http://www.electroportal.net/paolo.carlizza/wiki/come-funziona-un-drone

Il drone è un oggetto volante che sfrutta le forze aerodinamiche impresse dall'interazione di un oggetto volante nell'aria ei campi di pressione variabili, dovuti soprattutto alla forma e alla velocità dell'oggetto volante: quindi, il drone è un aeromobile, come gli aeroplani e gli elicotteri e di solito non ha un pilota che lo guida all'interno di sé, ma viene controllato da remoto con un'adatta stazione di terra.

Ho fatto tutto al contrario: recentemente ho pubblicato due articoli, che trattavano di una applicazione del drone, ma guarda un po' ho tralasciato di dire cosa esso sia e come si sviluppa il suo funzionamento HW e SW. Il mio intento in questo articolo. è quello di descriverlo in tutte le sue funzionalità e dare alcuni accenni, come farlo funzionare, facendolo volare. Come potete forse immaginare, il drone è un oggetto volante che sfrutta le forze aerodinamiche impresse dall'interazione di un oggetto volante nell'aria con campi di pressione variabili, dovuti soprattutto alla sua forma e alla sua velocità: quindi, il drone è un aeromobile, come gli aeroplani e gli elicotteri, ma di solito non ha un pilota che lo guida all'interno di sé, ma viene controllato da remoto, mediante un'adatta stazione di terra. Generalmente, il drone è di dimensioni più o meno limitate, rispetto ad un aereo, ma ha la sua efficacia in tante applicazioni tecniche, come la fotogrammetria, rilevazioni archeologiche, missioni militari, missioni ambientali, ricognizioni geografiche, cinematografia e tanto altro.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-06-05 16:36:56 http://www.electroportal.net/paolo.carlizza/wiki/come-funziona-un-drone webmaster@electroportal.net (paolo carlizza)
Sonde differenziali ad alta tensione per oscilloscopio - Seconda parte, il circuito http://www.electroportal.net/dariodt/wiki/sonde-differenziali-ad-alta-tensione-per-oscilloscopio-seconda-parte

Nella prima parte articolo della serie Sonde differenziali ad alta tensione per oscilloscopio - Prima parte ho parlato in generale di come è nata l’esigenza di possedere delle sonde differenziali ad alta tensione da collegare al mio oscilloscopio. Ho voluto provare a realizzarmele da solo sfruttando qualche schema già pronto, ovviamente per farne un utilizzo hobbistico. In questo articolo parlerò dello schema elettrico e di quanto realizzato. Premetto da subito che per un elettronico l’articolo potrà apparire banale; non verrà svelato nessun innovativo/misterioso circuito elettronico e non entrerò nemmeno troppo nel dettaglio dei calcoli e dimensionamenti. Nella terza parte dell'articolo invece parlerò della costruzione e calibrazione delle sonde, delle specifiche e dei risultati ottenuti.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-05-16 22:51:11 http://www.electroportal.net/dariodt/wiki/sonde-differenziali-ad-alta-tensione-per-oscilloscopio-seconda-parte webmaster@electroportal.net (Dario Di Turi)
Poligoni e Poliedri regolari http://www.electroportal.net/clavicordo/wiki/poliedri

I poliedri sono l'equivalente dei poligoni, trasportati nello spazio "solido" cioè a 3 dimensioni. Un poligono è una figura chiusa formata da un certo numero di lati, ossia segmenti, che sono disposti in modo da avere tutti in comune un'estremità, presi a due a due. Nei poliedri, il ruolo dei lati viene svolto dalle facce, che sono a loro volta poligoni.

Mentre con i poligoni, che stanno su un piano (spazio a 2 dimensioni) abbiamo una certa familiarità (triangoli, rettangoli, pentagoni, etc.) non altrettanto si può dire dei poliedri, anche se conosciamo la piramide e il prisma.

Poligoni e poliedri possono essere convessi, concavi, stellati, intrecciati

I poligoni regolari sono caratterizzati da una simmetria di rotazione intorno al loro centro, il che porta a uguaglianza di tutti i lati e di tutti gli angoli interni. Di poligoni regolari ce ne sono infiniti, perchè possono avere un numero qualsiasi di lati.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-05-08 01:58:09 http://www.electroportal.net/clavicordo/wiki/poliedri webmaster@electroportal.net (Claudio Bonechi)
Autenticazione RADIUS su WIFI Fastweb http://www.electroportal.net/ilguru/wiki/autenticazione-radius-su-wifi-fastweb

In questo articolo viene mostrato come gestire l'accesso al wifi di diversi utenti su un router fastweb memorizzando le credenziali su un server radius per evitare di condividere la stessa login fra utenze diverse.

Il server RADIUS viene installato su un raspberry PI 3 dove gira raspbian, quindi la sintassi sarà quella delle distribuzione debian like come ubuntu. Il raspberry è configurato con l'ip statico 192.168.1.11 sull' interfaccia eth0 ( è collegato al router fastweb tramite un cavo ethernet )

E' necessario dire al server radius quale sarà il client che effettuerà le richieste di validazione delle utenze ( il router fastweb ) e quali sono le utenze abilitate. Tali informazioni vanno inserite in due file di configurazione di freeradius che sono:

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-05-04 20:35:56 http://www.electroportal.net/ilguru/wiki/autenticazione-radius-su-wifi-fastweb webmaster@electroportal.net (Stefano Busnelli)
Sonde differenziali ad alta tensione per oscilloscopio - Prima parte http://www.electroportal.net/dariodt/wiki/sonde-differenziali-alta-tensione-per-oscilloscopio-prima-parte

Un po’ di tempo fa mi sono messo alla ricerca di sonde differenziali ad alta tensione per oscilloscopio, ma visto i costi abbastanza elevati delle stesse, ho voluto provare a costruirmele da solo sfruttando qualche schema già pronto, ovviamente per farne un utilizzo hobbistico. Ho intrapreso questa avventura con la consapevolezza di non avere, e non poter raggiungere quello che un prodotto commerciale certificato può offrire (sia in termini di prestazioni che in termini di certificazioni). Tutto nasce dal piacere personale di costruire qualcosa e vederla funzionare. Nel passato l’oscilloscopio era uno strumento che potevano permettersi in pochi a causa del costo elevato e normalmente quei pochi erano tecnici smaliziati o professionisti dell’elettronica che sicuramente ne conoscevano a fondo il funzionamento. Premetto da subito che per un elettronico l’articolo potrà apparire banale, ma ritengo però che, vista la diffusione di strumenti a basso costo magari in mano a maker o informatici con poche basi di elettronica, sia utile ripetere qualche concetto di base, soprattutto per salvaguardare la sicurezza di questi operatori, oltre che delle cose. Ho diviso l’articolo in tre parti. Nella prima parlo in generale delle sonde differenziali, nella seconda illustrerò lo schema delle sonde realizzate e nella terza parlerò del montaggio e della calibrazione delle stesse.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-04-24 19:55:17 http://www.electroportal.net/dariodt/wiki/sonde-differenziali-alta-tensione-per-oscilloscopio-prima-parte webmaster@electroportal.net (Dario Di Turi)
Terre rare, litio e altri materiali preziosi http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/litio-e-terre-rare

L'uomo ha sempre identificato alcuni materiali come preziosi, per la loro scarsa disponibilità o per il lavoro richiesto per estrarli o utilizzarli; materiali come alcuni metalli (l'oro in particolare), le spezie o anche il comunissimo sale sono stati utilizzati nei secoli come merce di scambio o bene rifugio.

Con l'avvento dell'elettronica nuovi materiali sono entrati a far parte del ristretto cerchio dei materiali "preziosi", e spesso sono argomento di dibattito per le implicazioni sociali e ambientali che la loro lavorazione può causare.

Questo articolo è nato dalla lettura di un articolo (rif.[1]) che mi ha incuriosito.

Le terre rare sono in realtà diciassette metalli dai nomi difficili, sconosciuti fino a qualche decennio fa e ora sempre più importanti per le nuove applicazioni (principalmente in elettronica).

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-04-11 20:17:26 http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/litio-e-terre-rare webmaster@electroportal.net (Riccardo Urciuoli)
Variazioni di frequenza di un generatore sincrono in regolazione primaria http://www.electroportal.net/admin/wiki/variazioni-di-frequenza-nelle-macchine-sincrone

Questo articolo nasce come ampliamento di quella definita da un utente folle discussione] sui generatori sincroni dove "è normale accettare scostamenti fuori dal mondo". Io scrivevo di una escursione di 8 Hz (da 53 Hz a 45 Hz) presente nel transitorio di un gruppo elettrogeno quando passa da vuoto a pieno carico. Premetto subito che io non ho mai installato gruppi elettrogeni (sono un elettrotecnico da poco: un ex insegnante di scuola media superiore ora in pensione da oltre dieci anni e, come si sa, "chi sa fa e chi non sa insegna"). L'esperto a quel punto sentenziava che "se davvero a fronte di una variazione di carico il generatore variasse la frequenza di 8 Hz sarebbe un disastro". La mia affermazione si basava su un grafico presente in un testo affidabile, e per me la sentenza catastrofica dell'esperto, era esagerata. L'unica spiegazione che vi ho dato è che non aveva compreso di cosa si parlava (capita, non era la prima volta). In questo caso si stava discutendo di un transitorio da vuoto a carico e non di una situazione a regime permanente o di qualche piccola variazione di carico. Il grafico è il seguente

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-04-09 00:16:54 http://www.electroportal.net/admin/wiki/variazioni-di-frequenza-nelle-macchine-sincrone webmaster@electroportal.net (Zeno Martini)
Proxy anonymizer http://www.electroportal.net/ilguru/wiki/proxy-anonymizer-2

Tempo fa sul forum si parlava di far sparire la pubblicità da qualche sito web per poterlo consultare senza banner invadenti che saltano davanti agli occhi causando convulsioni e nausea. Dissi che avevo ovviato al problema configurando su uno dei miei raspberry un proxy anonymizer, ma all'epoca non avevo fatto abbastanza ordine per poterlo rendere disponibile. Ciò che segue è la descrizione del progetto con tanto di link per utilizzare liberamente quanto ho elaborato. Come ho detto funziona su un raspberry, quindi con raspbian e architettura armv7l, ma ho creato immagini docker che ho testato anche su una macchina virtuale Oracle Virtalbox dove ho installato una debian con architettura x86_64.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-04-06 18:10:26 http://www.electroportal.net/ilguru/wiki/proxy-anonymizer-2 webmaster@electroportal.net (Stefano Busnelli)
Bitcoin e Fotovoltaico, combinazione possibile. http://www.electroportal.net/m_dalpra/wiki/bitcoin-e-fotovoltaico-combinazione-possibile

Più di qualche volta mi sono sentito chiedere se per fare il minatore di criptovalute, la persona che convalida le operazioni apponendoci sopra una sorta di firma digitale, è necessario avere un impianto fotovoltaico. La risposta, in linea generale, è che questo accoppiamento non è indispensabile, ma può essere molto conveniente. In paesi come l'Italia infatti, visti gli alti costi dell'energia elettrica, questa attività può essere controproducente se Bitcoin e compagnia vengono scambiati a valori particolarmente bassi rispetto ad Euro e Dollari. La presenza di una produzione elettrica a buon mercato quindi viene a compensare questi periodi di calma, mentre accorcia l'ammortamento delle apparecchiature nei periodi più positivi.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-31 10:35:15 http://www.electroportal.net/m_dalpra/wiki/bitcoin-e-fotovoltaico-combinazione-possibile webmaster@electroportal.net (Marco Dal Prà)
Ermanno Olmi: "La diga del ghiacciaio" e altri documentari http://www.electroportal.net/guidob/wiki/ermanno-olmi-la-diga-del-ghiacciaio-e-altri-documentari

Gli anni '50 furono teatro della costruzione di grandi dighe sulle Alpi, e la conseguente energia idroelettrica fu motore del miracolo economico italiano.

Il giovane Ermanno Olmi debuttò come regista girando vari documentari che riguardano la costruzione di queste dighe e gli uomini che, col loro duro lavoro, hanno portato la necessaria energia elettrica all'Italia che si risollevava dalla guerra.

Il primo di questi documentari, "Sabbioni: una diga a quota 2500" (1953, 10 minuti), e la sua versione meno tecnica, un vero piccolo film, "La diga del ghiacciaio" (1955, 10 minuti), descrivono la costruzione della diga del Sabbione in alta Val Formazza: la più grande del Piemonte in quanto a capacità d’invaso, la seconda delle Alpi dopo la diga di Place Moulin in Valle d’Aosta.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-31 02:31:50 http://www.electroportal.net/guidob/wiki/ermanno-olmi-la-diga-del-ghiacciaio-e-altri-documentari webmaster@electroportal.net (Guido Bertolotti)
Forma cum laude: Introduzione http://www.electroportal.net/wruggeri/wiki/forma-cum-laude-introduzione

Benvenuto, caro lettore, a questo primo articolo sui metodi formali! Se sei qui, ovviamente non conosci i metodi formali e vuoi capire di che si tratta, o magari ne hai sentito parlare e vuoi saperne di più, o ancora li conosci già e sei qui per giudicarmi; quale che sia il caso, ritengo giusto iniziare presentandoti brevemente la serie di articoli cui questo da inizio, e fatto questo entreremo finalmente nel merito.

La domanda sorge spontanea: di tutti gli argomenti disponibili, perché proprio i metodi formali? Perché non trattare piuttosto la costruzione di un robot che va in giro a cantare ossessivamente "The day I tried to live" dei Soundgarden o analizzare le possibili tecniche realizzative di una spazzola per calvi a forma di sega circolare? Le motivazioni che mi spingono sono sostanzialmente tre:

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-28 21:01:06 http://www.electroportal.net/wruggeri/wiki/forma-cum-laude-introduzione webmaster@electroportal.net (Walter Ruggeri)
Strip LED for dummies (l' ABC delle strisce LED) http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/strip-led-for-dummies-l-abc-delle-strisce-led

Le Strip LED (LED montati su strisce autoadesive) sono spesso usate, anche da neofiti, per la semplicità d'uso e la possibilità di realizzare particolari illuminazioni diffuse.

Alcune domande ricorrenti mi hanno spinto a scrivere questo articolo per chiarire i dubbi più frequenti riguardanti caratteristiche, prestazioni e modalità d'uso.

Per alcune definizioni di illuminotecnica (lumen, CRI, efficienza ecc) rimando a questo precedente articolo:

lux, watt e lumen

Le Strip LED sono strisce che riportano da un lato lo strato adesivo per il montaggio, dall'altro piazzole di connessione, piste di alimentazione, resistenze e LED.

Il "cuore" della striscia è il dispositivo luminoso LED a montaggio superficiale (SMD), le cui prestazioni influenzano direttamente le prestazioni di tutta la striscia.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-26 21:58:33 http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/strip-led-for-dummies-l-abc-delle-strisce-led webmaster@electroportal.net (Riccardo Urciuoli)
MIA Electric: descrizione auto e test batterie 32650 http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/mia-electric-descrizione-auto-e-test-batterie-32650

Questo articolo descrive la Mia Electric, piccola utilitaria elettrica francese che ha avuto scarsa diffusione ma che mi ha incuriosito per l'estetica ed alcune soluzioni tecniche particolari.

L'articolo nasce in seguito alla richiesta fatta qualche mese fa dal possessore di una di queste auto, che lamentava la scarsa durata ed affidabilità delle batterie e chiedeva aiuto per individuarne la causa.

La Mia Electric è un'auto molto particolare, prodotta in Francia dal 2011 al 2013, dalla forma squadrata e dalla disposizione particolare dei sedili: un solo posto guida anteriore (centrale) e 2 o 3 posteriori!

Anche gli sportelli sono particolari, con apertura a scorrimento laterale.

Era in quegli anni una delle auto elettriche (non quadriciclo) più economiche sul mercato, con versione base a partire da 18000€ circa.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-21 16:59:40 http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/mia-electric-descrizione-auto-e-test-batterie-32650 webmaster@electroportal.net (Riccardo Urciuoli)
Calto http://www.electroportal.net/admin/wiki/calto

Se Zelo mi colpì per una sua metafisica bruttezza, che in un certo senso giustificava il detto "A Zelo no ghè gnente de belo", Calto mi ha emozionato per una sua dignitosa armonia. Ci sono ragioni da ricercare nei miei geni, ma questo paesino comunica un atteggiamento sereno verso l’esistenza. Non ha pretese di verità, ma dimostra che, tralasciando di guardare dentro la nostra solitudine esistenziale, si possono trovare luoghi, cose, momenti in grado di regalarci una tranquillità positiva. Così è il silenzio verde, oggi bagnato dalla pioggia, di Calto, paesino cui si accede abbandonando la provinciale, aggrappato all’argine accarezzato dal Po che più volte ne ha lambito il culmine. Mai però, che io sappia almeno, si è accanito contro la graziosa chiesetta bianca di San Rocco che decora, con canonica e porticato bianchi, il suggestivo angolo della piazza. Nemmeno nella grande alluvione del novembre del 1951, quando tutti gli abitanti dei paesi della sinistra Po, da Melara a Calto, lasciavano le loro abitazioni, e molti, tra i quali anch'io bambino di tre anni, si rifugiavano in tende installate sull'argine maestro: la rotta era prevista imminente nell'ansa di Chiavecchino (el Ciaguìn) al confine tra Bergantino e Castelnovo Bariano, rotta che invece si verificò più a valle verso Occhiobello.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-14 13:11:10 http://www.electroportal.net/admin/wiki/calto webmaster@electroportal.net (Zeno Martini)
Lux, watt e lumen http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/lux-watt-e-lumen

Sono passati circa 140 anni dall'invenzione della prima lampadina elettrica ad incandescenza (Swan nel 1878 e Edison nel 1879); da allora l'illuminazione elettrica ha rapidamente sostituito quella ad olio e a gas.

La lampadina a incandescenza è una delle invenzioni più longeve, essendo ancora utilizzata in molte applicazioni.

La sua scarsa efficienza ed alcune iniziative governative (come il bando delle lampadine meno efficienti in alcuni paesi) hanno spinto i costruttori a sviluppare altre tecnologie, in particolare per uso domestico le lampade fluorescenti compatte (CFL) e i LED (Light Emitting Diode).

In questo articolo riporto alcune definizioni, dalla storica “candela” che ricorderanno solo gli adulti ai più moderni lumen, ed alcune semplici formule per confrontare tecnologie diverse e fare qualche calcolo di massima, il tutto senza troppe complicazioni né pretese di rigore assoluto.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-11 17:34:07 http://www.electroportal.net/richiurci/wiki/lux-watt-e-lumen webmaster@electroportal.net (Riccardo Urciuoli)
Fotogrammetria automatica - Tecniche di ricostruzione dell'immagine http://www.electroportal.net/paolo.carlizza/wiki/fotogrammetria-automatica-con-i-droni-tecniche-di-ricostruzione-dell-immagine

Il precedente articolo sulla presa fotografica in movimento coi droni presuppone un seguito abbastanza interessante, che coinvolge la computer graphics, per elaborare le immagini dei punti tridimensionali, che derivano da tecniche di confronto fra le foto ottenute sul sensore in due o più scatti successivi della fotocamera. Come visto, da questo confronto può' essere raccolta una nuvola di punti in 3D, che processata ulteriormente da adeguati software, riesce a dare come soluzione finale l'immagine 3D del soggetto sotto studio.

Per definizione, la fotogrammetria digitale automatica è una metodologia che permette di elaborare un modello tridimensionale, partendo da immagini bidimensionali, servendosi di procedimenti automatizzati (vedasi Fig, 1). Si tratta di una tecnologia oggi molto diffusa per realizzare modelli tridimensionali in svariati ambiti: topografia, architettura, archeologia, geologia, medicina, grafica. La sua grande diffusione è dovuta alla disponibilità di software specifici a basso costo, alla loro semplicità d’uso e alla necessità di una strumentazione di base composta da una macchina fotografica digitale e un PC di medie prestazioni.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-03-02 21:36:50 http://www.electroportal.net/paolo.carlizza/wiki/fotogrammetria-automatica-con-i-droni-tecniche-di-ricostruzione-dell-immagine webmaster@electroportal.net (paolo carlizza)
Fotogrammetria per droni, che passione! http://www.electroportal.net/paolo.carlizza/wiki/fotogrammetria-per-droni-che-passione

Come fotografare oggetti con i droni, ricostruendo la loro immagini in 3D. Il segreto è scattare più foto da diverse posizioni e combinare le loro informazioni. Ci vogliono tempi di otturazione rapidi ed un buon chip di impressione della fotocamera, per ottenere una buona foto, ma anche altre variabili hanno ia loro importanza. Leggendo l'articolo, si fanno nuove scoperte. L'aiuto dei riferimenti bibliografici è sempre consigliabile.

Sono stato il 22 febbraio scorso all'università di Roma Tre ed ho partecipato al congresso Roma Drone 2018. La manifestazione si svolgeva per due giorni, dal 21 al 22 febbraio e le giornate consistevano in una serie di conferenze, tenute nelle varie aule della Facoltà d'Ingegneria dell'Università stessa. C'era un programma, con tutti gli orari e gli argomenti da presentare. Sul drone c'era tutto: dalla costruzione, al suo funzionamento, alle regole per usarlo, gli aspetti di safety, quelli giuridici e tante considerazioni aerodinamiche.

[...]

Continua a leggere

]]>
2018-02-28 19:21:37 http://www.electroportal.net/paolo.carlizza/wiki/fotogrammetria-per-droni-che-passione webmaster@electroportal.net (paolo carlizza)